rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Sport

Pessima ItalRugby: la Scozia ci strapazza 34-10

La Scozia ha battuto l'Italia 34-10 (13-3) in un incontro della seconda giornata del Sei Nazioni 2013 di rugby disputato a Edimburgo

L'Italia va ko. La Scozia ha battuto la nostra nazionale 34 a 10 in un incontro della seconda giornata del Sei Nazioni 2013 di rugby disputato a Edimburgo.L'Italrugby torna sulla Terra. Una settimana dopo l'entusiasmante vittoria sulla Francia, gli azzurri vengono travolti 34-10 a Murrayfield nella seconda giornata del 6 Nazioni. La Scozia domina dall'inizio alla fine dell'incontro, segnando una meta nel primo tempo e 3 nella ripresa. Il XV tricolore, sovrastato in tutte le fasi di gioco, di fatto non entra mai in partita.

L'Italia resiste alla spinta iniziale dei padroni di casa e si illude al 6', quando si procura la chance per sbloccare il risultato: Orquera fallisce il piazzato da circa 40 metri. Il forcing scozzese è continuo e viene premiato al 14': penalty, Laidlaw centra i pali e firma il 3-0 che sblocca il punteggio. La reazione azzurra è impalpabile e Laidlaw concede il bis al 19' per il 6-0.

La Scozia, superiore nelle rimesse laterali e solida in mischia, potrebbe dilagare già al 27': il placcaggio provvidenziale di Botes, però, evita la meta di Scott. La segnatura è solo rimandata, perchè al 28' Visser va a schiacciare l'ovale. Laidlaw fa il proprio dovere e dopo mezz'ora gli azzurri sono sotto 13-0. Prima dell'intervallo, finalmente, anche l'Italia va sul tabellone: Orquera centra i pali su punizione al 39', si va al riposo sul 13-3.

La Scozia rientra in campo con l'intenzione di aggredire il match e sfonda subito: al 43' Scott si infila tra le maglie azzurre e vola a firmare la seconda meta della giornata. Il piede di Laidlaw completa l'opera: 20-3. Il sipario sulla sfida cala virtualmente al 48' per merito di Hogg: intercetto all'altezza dei propri 10 metri, lunga fuga e meta solitaria che, con la trasformazione, vale il 27-3.

Non è giornata per l'Italia e l'ennesima conferma arriva al 55', quando la mischia tricolore si inceppa a 4 metri dalla meta. La Scozia gestisce il gioco e, quando gli avversari sbagliano, colpisce. Al 69' è Lamont a coprire tutto il campo indisturbato per siglare la try del 34-3 con la quarta trasformazione di Laidlaw, 'man of the match'. Prima dei titoli di coda, Zanni dà agli azzurri la meta della bandiera: 34-10. Tra una settimana, nella gara casalinga contro il Galles, servirà decisamente un'altra Italia per evitare una nuova figuraccia.
 
TABELLINO SCOZIA-ITALIA 34-10
Scozia:
Hogg (32' st Evans), Maitland, Lamont, Scott, Visser, Jackson, Laidlaw (35' st Prygos), Beattie, Brown (30' st Denton), Harley, Hamilton (27' st Kellock), Gray, Murray (30' st Cross), Ford, Grant (20' st Low). (16 MacArthur, 22 Weir). All.: S. Johnson
Italia: Masi, Venditti, Benvenuti, Canale, McLean, Orquera (8' st Burton), Botes (8' st Gori), Parisse, Favaro (28' st Derbyshire), Zanni, Minto, Geldenhuys (20' st Pavanello), Castrogiovanni (24' st Cittadini), Ghiraldini (20' st Giazzon), Lo Cicero (20' st De Marchi). (23 Garcia). All.: Brunel
Arbitro: Peyper (Sudafrica)
Marcatori: nel pt 15' e 25' Laidlaw c.p., 29' Visser meta, trasf. Laidlaw, 40' Orquera c.p.; nel st 3' Scott meta, trasf. Laidlaw, 7' Hogg meta, trasf. Laidlaw, 29' Lamont meta, trasf. Laidlaw, 34' Zanni meta, trasf. Burton.
Espulsione temporanea (cartellino giallo): Cross al 40' st
Spettatori: 50.247.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pessima ItalRugby: la Scozia ci strapazza 34-10

Today è in caricamento