rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022

Serie A, il punto: la Lazio vince e la Juve perde. Campionato riaperto

Nelle gare del sabato della 19^ giornata c'è tanto nervosismo. Tra Catania e Torino finisce 0 a 0 con Lodi espulso e con Bergessio che sbaglia un rigore. La Lazio batte 2 a 1 il Cagliari in rimonta. Sardi battuti in 9 uomini: cartellino rosso per Agazzi e Cossu. 

La domenica si apre con un'altra sconfitta dell'Inter che cade 3 a 0 contro l'Udinese. Perdono anche Fiorentina e soprattutto Juventus. Il Milan recupera terreno. Dietro vittorie per Chievo e Genoa.

CATANIA-TORINO 0-0 - Finisce in parità la prima partita di Serie A del 2013. Il Catania, in dieci fin dal 13' per l'espulsione di Lodi, prova lo stesso a vincere questa partita e nel corso di un buon primo tempo va più volte vicino al gol, fallendo anche un rigore con Bergessio (traversa). Nella ripresa i siciliani calano e il Torino prende il sopravvento, ma la squadra di Ventura è troppo lenta e imprecisa. 

LAZIO- CAGLIARI 2-1 - La Lazio batte il Cagliari in rimonta e continua la caccia alla Juventus. Primo tempo alla pari, con la traversa di Hernanes e le occasioni per Klose e Nainggolan. Nella ripresa la Lazio cresce, ma nel momento di massima pressione Sau la colpisce con un destro preciso da fuori al 17'. Al 34' Konko pareggia su assist di Biava, poi fra 39' e 41' succede di tutto: Agazzi stende Klose e viene espulso, seguito da Cossu per proteste; dal dischetto Candreva non sbaglia e regala i 3 punti ai suoi.

>> LA CLASSIFICA DEL CAMPIONATO <<

UDINESE-INTER 3-0 - Dopo un primo tempo tutto sommato equilibrato, l'espulsione di Juan al ventesimo della ripresa ha fatto pendere gli equilibri decisamente a favore dell'Udinese, che era già in vantaggio. L'Inter si è disunita soprattutto in difesa, subendo altri due goal forse evitabili. L'Udinese parte dunque alla grande nel 2013, mentre l'Inter di Stramaccioni cercherà di rifarsi sabato prossimo in casa con il Pescara.

CHIEVO-ATALANTA 1-0 - Il Chievo dimostra grande capacità di gestire il risultato e di contenere l'avversario. L'Atalanta ci prova sino in fondo senza mai arrendersi, ma in fase di attacco non rende come vorrebbe. Questa in estrema sintesi la partita vista oggi. Nel prossimo turno l'Atalanta è attesa da una difficile trasferta a Roma contro la Lazio, mentre il Chievo affronterà fuoricasa il Bologna.

FIORENTINA-PESCARA 0-2 - La partita che non ti aspetti, soprattutto dopo il primo tempo. Il rigenerato Pescara di Bergodi, grazie alle reti di Jonathas e Celik batte la Fiorentina e si rilancia in prospettiva salvezza. Una grande vittoria, firmata soprattutto Mattia Perin, che ha innalzato un vero e proprio muro davanti alla sua porta, non facendo passare nessuno dei numerosi tiri in porta della Fiorentina, per poi permettere ai suoi di punire nelle due uniche occasioni create.

GENOA-BOLOGNA 2-0 - Borriello protagonista assoluto della gara firma la prima doppietta di quest'anno e il suo Genoa può respirare. Il Bologna visto oggi in questa versione lontana dal Dall'Ara è stato proprio poca cosa, soprattutto ha sentito troppo il peso dell'assenza di Diamanti dall'inizio.

JUVENTUS-SAMPDORIA 1-2 - Incredibile a Torino, la Sampdoria espugna lo Juventus stadium ed incassa i tre punti, preziosissimi per il prosieguo della corsa salvezza. Prestazione generosissima degli uomini di Delio Rossi, in inferiorità numerica per oltre un'ora di gioco, impreziosita dalle straordinarie giocate di Poli, Icardi ed Eder su tutti. Nella Juve male l'attacco, e giornata non proprio ispirata di Andrea Pirlo.

MILAN-SIENA 2-1 - Milan 2 Siena 1. Partita poco spettacolare a Milano, che si accende nella seconda frazione con l'ingresso di Bojan, autore del primo gol del Milan e del cross sul quale Pazzini guadagna il rigore (dubbio) che si incarica di trasformare in prima persona. Il Siena accorcia con Paolucci a pochi minuti dal termine, ma la squadra di Iachini ha creato troppo poco per sperare di portare a casa punti da questa trasferta.

PARMA-PALERMO 2-1 - Partita per cuori forti al Tardini con il Palermo che riesce a raggiungere il pareggio all'85º grazie al neoentrato Budan ma subisce la beffa all'ultima azione con Amauri che propizia la papera di Benussi.

NAPOLI-ROMA 4-1 - Il Napoli stende la Roma con un sontuoso 4-1 grazie, soprattutto, a un magistrale Cavani. Il bomber apre le marcature già al 4', imbeccato da una gran palla di Pandev. In avvio di ripresa Cavani concede il bis con una rete in mischia e al 25' porta a tre le reti del Napoli con un colpo di testa su calcio d'angolo. Osvaldo accorcia le distanze al 27' imbeccato da Pjanic (poi espulso per doppia ammonizione) e nel finale Maggio chiude i conti sul 4-1. Napoli in gran forma, Roma giù di corda: colpa forse della trasferta americana? 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A, il punto: la Lazio vince e la Juve perde. Campionato riaperto

Today è in caricamento