rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022

Serie A, il punto della 28^ giornata: risultati e classifica

Il turno si apre venerdì con la vittoria del Milan sul Genoa. Pari tra Roma e Udinese

La 28^ giornata di Serie A regala tanti spunti. Il venerdì è il Milan ad aprire le danze con una vittoria, a Marassi, contro il Genoa. Sabato spazio a Udinese e Roma che non si fanno male e terminano la sfida per 1 a 1.

GENOA-MILAN 0-2 - Prezioso successo del Milan, che espugna il campo del Genoa e mantiene il terzo posto. Pazzini, zoppicante per una botta alla caviglia ricevuta da Portanova e con Balotelli già pronto a entrare al suo posto, apre i conti al 22' con un destro dal limite. Nel primo tempo il Genoa reclama per due rigori non assegnati, poi nella ripresa Balotelli raddoppia su assist di Zapata. Il Milan resta in dieci per la doppia ammonizione di Constant, stringe i denti sotto l'assedio genoano ma regge fino al 90'.

UDINESE-ROMA 1-1 - Pareggio fra Udinese e Roma: giallorossi in vantaggio al 20' con Lamela, che ribadisce in rete da distanza ravvicinata un colpo di testa di Florenzi deviato da Brkic sulla traversa; pareggio dei friulani al 17' della ripresa con una bella azione personale di Muriel. Udinese in dieci uomini dal 28' della ripresa per l'espulsione di Heurtaux, poi nel finale Osvaldo si divora un gol grande come una casa.

ATALANTA-PESCARA 2-1 - Tre punti preziosissimi per l'Atalanta, grazie alla doppietta del bomber Denis. Pescara mai pericoloso, e mai al tiro, fatta eccezione per lo splendido sinistro con cui D'Agostino ha portato in vantaggio la squadra. Ottima la prestazione, tra i padroni di casa, anche di Bonaventura.

CAGLIARI-SAMPDORIA 3-1 - Una strepitosa prestazione di Ibarbo mette in ginocchio la Sampdoria e consegna una meritata vittoria al Cagliari, che in tal modo sale a 34 punti e soprattutto si allontana ulteriormente dalla zona calda. Gli uomini di Rossi si sono resi protagonisti di una prova generosa, ma non sono riusciti a rendersi pericolosi là davanti, soffrendo la solidità dell'avversario a centrocampo. Tripletta di Ibarbo, ma Cossu ispiratissimo nel disegnare le trame di gioco.

JUVENTUS-CATANIA 1-0 - Nove punti: questo il vantaggio della Juventus sul Napoli al termine dell'odierna giornata di campionato. Nove punti di vantaggio e grandi passi avanti verso il secondo scudetto consecutivo. Pogba il migliore il campo. Onore al Catania, capitolato solo nel recupero, e a causa della grandissima giocata del già citato centrocampista francese della Juventus, capitalizzata da Giaccherini.

PALERMO-SIENA 1-2 - Il Siena con questi 3 punti mantiene vive le speranze di salvezza nonostante i 6 punti di penalizzazione, il Palermo invece resta all'ultimo posto in coabitazione col Pescara e adesso la salvezza sembra un miraggio. Rosanero anche sfortunati nella ripresa con le due traverse colpite a portiere battuto. 

PARMA-TORINO 4-1 - Il Parma, grazie alla tripletta di Amauri, travolge il Torino in rimonta per 4-1. Partita dall'andamento schizofrenico, con il Torino che a venti minuti dal termine conduceva la gara e il Parma veniva fischiato dai propri tifosi per l'ennesima sconfitta di questo girone di ritorno. Poi tutto è cambiato: il pareggio di Amauri ha mandato in crisi il Torino che da quel momento è scomparso dal campo dando il via alla goleada dei padroni di casa.

LAZIO-FIORENTINA 0-2 - Vittoria meritata della Fiorentina, a segno nel primo tempo con Jovetic dopo una splendida azione corale e nella ripresa con Ljajic su punizione. Eccellente il gioco espresso dalla squadra di Montella, con Borja Valero autore di una prova strepitosa. La Lazio invece ha creato troppo poco per impensierire gli avversari, rendendosi realmente pericolosa solo nel finale con Floccari, ma trovando un super Viviano a negare il gol. Forse gli uomini di Petkovic hanno pagato anche le fatiche europee.

INTER-BOLOGNA 0-1 - Il Bologna espugna San Siro grazie a un gol di Gilardino al 12' della ripresa. Inter orribile nel primo tempo, un po' meglio nella ripresa grazie soprattutto all'innesto di Cassano, ma la crescita dei nerazzurri nel secondo tempo non è bastata per rimontare. Dopo Londra, un'altra brutta botta per la squadra di Stramaccioni. Il Bologna sale a 35 punti, scavalca Atalanta e Cagliari e raggiunge Sampdoria e Parma. L'Inter si ferma a 47, come la Lazio.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A, il punto della 28^ giornata: risultati e classifica

Today è in caricamento