rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Serie A

Serie A, riassunto 11^ giornata: Inter e Milan volano

La Juve in un colpo solo perde l'imbattibilità in campionato e vede violato per la prima volta lo "Stadium" per merito di una bella Inter, che a Torino conquista la vittoria per 3-1

L'undicesima giornata di Serie A torna a far sorridere Milano città. Il Milan nel pomeriggio umilia il Chievo per 5 a 1. Ma la notizia è arriva la sera. L'Inter batte la Juve degli invincibili per 3 a 1 e riapre il campionato. La domenica si apre con la vittoria del Pescara contro il Parma. 

Nel pomeriggio la Lazio cade male a Catania, mentre la Fiorentina vola. Si ferma il Napoli. Nel posticipo la Roma umilia il Palermo e sale in classifica.

Milan-Chievo 5-1 - Il Milan vince in carrozza e forse allontana definitivamente la crisi. Gran partita dei rossoneri: Emanuelson apre le marcature al 16', passano due minuti e il Chievo pareggia con Pellissier. Al 36' Montolivo riporta in vantaggio i rossoneri con un bel destro da fuori e al 41' Bojan porta a tre i gol con un'altra conclusione dalla distanza. Nel finale di partita i rossoneri dilagano con le reti di El Shaarawy e Pazzini.

Juventus-Inter 1-3L'Inter espugna lo Juventus Stadium, batte i bianconeri imbattuti da 49 partite in campionato e si porta a -1 dalla vetta della classifica. La partita si accende dopo soli 18 secondi con un gol di Vidal, viziato da una evidente posizione di fuorigioco di Asamoah. L'Inter non si scompone, reagisce bene e al 14' della ripresa pareggia con un calcio di rigore trasformato da Milito. Lo stesso Milito porta in vantaggio la squadra di Stramaccioni al 30', poi al 44' Palacio chiude in contropiede.
 
Pescara-Parma 2-0 - Vittoria meritata del Pescara, un successo importante che toglie anche le castagne dal fuoco per Stroppa. La squadra ha saputo resistere al ritorno del Parma, che forse si è svegliato un po' tardi, e portarsi a casa tre punti d'oro. Il Parma ha fatto poco nel primo tempo, mentre nel secondo si è trovata di fronte a un ottimo Perin, che ha negato più volte il goal agli uomini di Donadoni. Segnano Abbruscato e Weiss.
 
Bologna-Udinese 1-1 - Bologna e Udinese si spartiscono così un punto per uno. Il Bologna ha giocato meglio, ma non è riuscito a chiudere la partita e Di Natale è stato bravo ad approfittare dell'unico pallone utile capitatogli sui piedi per siglare il pareggio.
 
Catania-Lazio 4-0 - Tra Catania e Lazio finisce con un 4-0 senza storia. La squadra di Petkovic è stata in campo solo fino al primo goal del Catania, poi è crollata sotto i colpi dei padroni di casa, che hanno giocato una grande gara. Continua il momento no della Lazio, che ha collezionato il misero bottino di un punto nelle ultime tre partite. 
 
Fiorentina-Cagliari 4-1 - Un'ottima Fiorentina ha prodotto un calcio solido, fatto di azioni corali e in velocità. La squadra di Montella gira bene e segna. Forse un po' eccessiva la punizione per il Cagliari, che ha comunque fatto la sua partita e ha fatto vedere buone trame di gioco soprattutto durante il primo tempo. Nel secondo invece è salita in cattedra la Fiorentina.
 
Napoli-Torino 1-1 - Napoli beffato nel recupero. E' Sansone a siglare il pareggio sul clamoroso errore di Aronica, dopo una partita che gli azzurri hanno giocato al risparmio. La rete di Cavani nel primo tempo aveva spianato la strada ai partenopei che non hanno quasi mai cercato il raddoppio. Solo Hamsik e il neoentrato Insigne ci hanno provato. Torino sornione, capace di colpire nel momento decisivo. In classifica il Napoli sale a 23, il Torino a 11.
 
Sampdoria-Atalanta 1-2 - Alla fine l'Atalanta porta a casa i tre punti nonostante l'Eurogol di Maresca con Denis bravo, in una giornata no per quanto riguarda le conclusioni, a servire De Luca per il gol decisivo, prima marcatura in A del giovane attaccante atalantino. Per Ferrara sarà un dopopartita caldo. 4 i risultati utili consecutivi dei bergamaschi, 8 le partite senza vittoria della Sampdoria.
 
Siena-Genoa 1-0 - Tre punti preziosissimi per il Siena, che sconfigge un brutto Genoa al termine di una partita tiratissima e non bella. Fondamentale il bel colpo di testa con cui Paci regala la vittoria alla sua squadra, che torna a vincere e riprende così la corsa verso quella che, dovesse riuscire, risulterebbe essere un'incredibile salvezza.

Roma-Palermo 4-1 - Una Roma travolgente spazza via il malcapitato Palermo: Totti apre le marcature all'11' con un colpo di testa sottoporta dopo aver centrato il palo; passano venti minuti e Osvaldo raddoppia. Nella ripresa Lamela (assist di Tachtsidis) e Destro (assist di Lamela) arrotondano il risultato, prima della rete palermitana firmata da Ilicic. Ma risultato a parte, la Roma ha giocato una splendida partita, collezionando occasioni da gol.
 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A, riassunto 11^ giornata: Inter e Milan volano

Today è in caricamento