rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Under 21

Under 21, in Svezia l'Italia di Mangia cerca la qualificazione

Nelle altre sfide dei playoff, a proposito di qualificazioni all'apparenza già decise, hanno un piede e mezzo in Israele Russia e Olanda

L'Italia bella e sprecona vista venerdì sera all'Adriatico di Pescara contro la Svezia, a Kalmar in principio dovrà affidarsi all'unica rete segnata, da Ciro Immobile, per volare in Israele il prossimo giugno, all'Europeo Under 21. La zampata dell'attaccante - ora al Genoa ma applauditissimo dai suoi ex tifosi - al 17' del primo tempo è la chiave di volta che dovrà sostenere l'obiettivo di Devis Mangia: completare l'opera del suo predecessore, Ciro Ferrara. Gli azzurrini (contro un avversario che tecnicamente non ha certo impressionato) hanno divertito, costruito una decine di occasioni da rete, messo in evidenza un pressing efficace e costante, capace di tenere gli avversari a debita distanza. 
 
E rischiato qualcosa solo in un paio di casi auto-procurati. Nell'arco dei 90 minuti, ha creato più brividi alla panchina azzurra un'uscita un pò allegra di Bardi che l'intero attacco scandinavo. Peccato per quella scintilla mancata al momento di trasformare in oro tutto il luccichio intravisto in campo. Soprattutto perchè dopo il vantaggio l'Italia non ha tirato indietro la gamba, non ha speculato. Anzi Immobile, Insigne e Florenzi hanno continuato a spingere, non facendo rimpiangere l'infortunato Borini. Eppure, anche se non lo ammetterà mai, Mangia deve aver masticato amaro al pensiero di Verratti e Destro 'rapiti' dal ct Prandelli e poi tenuti in panchina contro la certo non irresistibile Armenia. 
 
L'attaccante della Roma ed il centrocampista del PSG custodiscono un tesoro di tecnica ed estro che avrebbe fatto la differenza contro i legnosi difensori svedesi. Però, se l'1-0 è striminzito in rapporto al volume di gioco prodotto, è anche il migliore dei risultati per tenere alta la concentrazione in occasione del ritorno, quando gli azzurri entreranno sul terreno della 'Guldfageln Arena' di Kalmar, sul Mar Baltico. Una tensione 'positiva' da non sottovalutare, specie se il pensiero torna a due anni fa. 
 
Allora l'Italia di Gigi Casiraghi veniva dal bel 2-0 di Rieti contro la Bielorussia ed i playoff sembravano pratica già risolta. Ma a Borisov fu proprio la concentrazione a tradire, causando danni difensivi letali. Risultato 3-0 e addio Europeo. Nelle altre sfide dei playoff, a proposito di qualificazioni all'apparenza già decise, hanno un piede e mezzo in Israele Russia (2-0 in casa della Repubblica ceca) e Olanda (stesso risultato in Slovacchia). La Spagna, campione in carica, aspetta solo di sapere chi affronterà nella fase finale: ha travolto la Danimarca 5-0, con quattro reti di Rodrigo Moreno Machado, stellina del Benfica.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Under 21, in Svezia l'Italia di Mangia cerca la qualificazione

Today è in caricamento