Domenica, 14 Luglio 2024
TENNIS

Follia Zverev perde e prende a racchettate la sedia del giudice: cosa rischia

Bruttissimo gesto del tennista tedesco all’Atp 500 di Acapulco. Dopo aver perso il doppio per una chiamata sbagliata si scatena contro il giudice di sedia. Immediata l’estromissione dal torneo messicano. La squalifica potrebbe essere estesa ad altri tornei

Alexander Zverev è stato protagonista di un bruttissimo gesto nel match di doppio che si è disputato questa notte ad Acapulco. Il tennista tedesco, che è l’ultimo vincitore del torneo singolare messicano, è stato squalificato per “condotta antisportiva” dopo aver preso a racchettate la sedia dell’arbitro alla fine del match.

L’ira di Zverev, numero 3 del mondo, si è scatenata dopo una chiamata in dell’arbitro mentre il match si stava decidendo al super tie-break. L’arbitro, l'italiano Alessandro Germani, aveva chiamato in una palla che era invece uscita. Il tennista tedesco, impegnato in coppia con Marcelo Melo contro Lloyd Glasspool e Harri Heliovaara pretendeva che scendesse dalla sedia per verificare, ma Germani non poteva più cambiare la sua decisione.

Dopo aver perso il match Zverev, che il giorno prima aveva battuto Brooksby in un match terminato alle 5 del mattino, ha dato il peggio di sè, urlando contro l'arbitro e prendendo a racchettate la sua sedia. Il tennista tedesco, vincitore delle Atp Finals, è stato cacciato dal torneo di Acapulco e potrebbero esserci anche altre sanzioni da parte dell'ATP vista anche l’amplia eco avuta dal video che è diventato virale sui social.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Follia Zverev perde e prende a racchettate la sedia del giudice: cosa rischia
Today è in caricamento