rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Livorono-Verona

Tifosi del Verona insultano Morosini. La Polizia li filma

Momenti di tensione prima anche dell'inizio della partita Livorno-Verona tra le forze dell'ordine e un gruppo di ultrà veneti

Verso la fine del primo tempo un gruppo di ultrà del Verona ha scandito un coro di insulti verso Piermario Morosini, il calciatore del Livorno morto lo scorso anno a Pescara durante una partita. Il coro è stato appena percepito dal resto dei tifosi presenti allo stadio, ma non è sfuggito alla Digos della questura livornese che ha filmato gli autori, i quali hanno concluso la performance con saluti romani e slogan fascisti. 
 
La questura ha poi fatto sapere di avere immediatamente informato gli ufficiali di campo e la procura federale del comportamento tenuto dai tifosi veronesi che sono stati ripresi dalle telecamere di sicurezza. Poco prima, invece, nella curva livornese era stato esposto uno striscione contro i veronesi sul quale campeggiava la scritta: "Fascio tesserato servo dello Stato". 
 
Momenti di tensione prima anche dell'inizio della partita Livorno-Verona tra le forze dell'ordine e un gruppo di ultrà veneti che ha tentato di scendere dal proprio pullman all'altezza del lungomare livornese per cercare il contatto con i tifosi avversari. È stata necessaria una piccola carica per costringere i più facinorosi a risalire sul mezzo e condurlo fino allo stadio.
 
 Nel settore ospiti del 'Picchi' trovano posto circa 700 ultrà gialloblu e le due tifoserie sono acerrime nemiche, divise anche da contrapposizioni politiche: di estrema destra quella veneta, di estrema sinistra quella toscana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tifosi del Verona insultano Morosini. La Polizia li filma

Today è in caricamento