rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Volley

Serie A1 femminile, partita irreale al Palaverde: Conegliano si impone 3-2 contro Milano

La Prosecco Doc Imoco si impone al tie-break contro la Vero Volley dopo uno dei match più entusiasmanti dell'intera stagione

Nel tutto esaurito del palazzetto di Villorba, le pantere di coach Santarelli vincono 3-2 contro le milanesi di coach Gaspari, che non hanno sfruttato lo 0-1 e l'1-2 nel conto dei set. Sensazionale Lubian MVP, Thompson e Haak hanno rivaleggiato superando quota 30 punti

Difficilmente si sarebbe potuta avere una Gara 1 di Finale Scudetto migliore di quella andata in scena al Palaverde di Villorba. Dopo una partita spettacolare, un incredibile spot per la pallavolo italiana, la Prosecco Doc Imoco Conegliano si è imposta al tie-break contro un'eccezionale Vero Volley Milano, regalandosi l'1-0 nella Serie.

MVP dell'incontro una scatenata e inarrestabile Lubian, con 19 punti (2 ace, 1 muro) e il 66% di positività in attacco. Entusiasmante il confronto tra le opposte: Thompson imprendibile per la difesa gialloblu ha messo a referto 36 punti (46%), Haak si è fermata a 32 (43%). Appuntamento ora all'Arena di Monza per il secondo capitolo della rivalità che assegnerà il tricolore: Gara 2 sarà martedì 9 maggio alle ore 20.45.

Inizio folgorante di Milano, che mostra subito tutte le sue migliori caratteristiche, difendendo e attaccando con precisione e portandosi subito sullo 0-4 con un ace di Folie. Conegliano prova a riaccorciare ma coach Santarelli chiama il primo time-out sul 4-10, con le pantere poco precise davanti. Come nella passata stagione, la squadra di coach Gaspari è molto aggressiva anche al servizio e proprio un ace di Orro firma il 6-14, che diventa 6-15 dopo un pallonetto di Thompson che costringe coach Santarelli al secondo time-out.

La battuta continua a essere l'arma in più delle ospiti, che mettono in difficoltà la regia di Wolosz e permettono un'ottima fase di contrattacco con Folie (7-18). Lubian al servizio spinge e la ricezione avversaria vacilla per la prima volta: Conegliano risale sull'11-18. Le pantere sembrano aver ritrovato lo smalto, Haak e Fahr, quest'ultima (5 punti nel set) con un monster block su Thompson, permetteno di ricucire sul 16-19 che costringe coach Gaspari a fermare il
gioco. Il break rimane più o meno stabile, la partita è viva: Lubian mette a segno il 19-22, Haak (8 punti) dai 9 metri porta le sue a -2 e poi replica per il -1 con un bel mani-fuori, prima che la stessa centrale firmi il pareggio sul 22-22.

Milano però non vuole perdere l'opportunità di andare in vantaggio e tira fuori tutto il suo carattere con Thompson (9 punti) che prima attacca il pallone del 23-24, e poi chiude il primo parziale: 23-25, Vero Volley in vantaggio.

Il secondo set comincia in equilibrio, un bel muro di Stevanovic regala il 3-3, poi Folie fa 3-4 con un ace. Ma Conegliano è decisamente più in ritmo del primo set, Haak fa 8-5 con un pallonetto. Thompson continua a martellare, ma Fahr permette di mantenere il vantaggio (12-9). Ancora l'opposta americana porta le sue al -1, ma Haak non sta a guardare: due super attacchi per il 14-11.

Larson in difesa è sempre lodevole, ma anche in attacco punge riportando le sue sotto (17-16). Le statunitensi Plummer e Thompson (9) mettono a segno un punto a testa, ma è ancora Haak (8) a regalare un break alle sue (19-17). Ma le ospiti non si arrendono, Begic fa 19-19, nuovamente l'opposta svedese consente il sorpasso (20-19). Muro di Robinson Cook, 22-20 e time-out Gaspari. L'Imoco va su 24-21, ma le ospiti annullano due set point (bell'ace di Begic) e Santarelli chiama il time-out. Al ritorno in campo, Plummer fa 25-23: 1-1.

Era la scossa che serviva al Palaverde e alla squadra di coach Santarelli: il terzo set inizia come meglio non poteva, Gaspari ferma il gioco sull'8-3. Le ospiti però non vogliono perdere contatto e riaccorciano sul 10-8. Il set è un susseguirsi di attacchi e contrattacchi, nessuna squadra è intenzionata a cedere. Si arriva sul punteggio di 20-19, Folie sbaglia al servizio ma un gran primo tempo di Rettke mantiene il -1.

Thompson fa 21-21 con un ace ed è Santarelli a chiamare time-out. Al ritorno in campo un gran muro di Begic su Haak fa mettere la freccia alle ospiti, Thompson con un pallonetto permette l'allungo (21-23) ed è ancora time-out. La svedese (7 nel set) si fa perdonare da seconda linea (22-23), poi un'invasione di Begic regala il pareggio. Risponde dall'altro lato l'opposta americana (altri 8 punti a referto), mani fuori e primo set point per Milano, che lo concretizza subito: attacco out di Haak, 1-2 ospite grazie anche alla miglior efficienza offensiva, retta da una difesa spaziale di tutto il sestetto (38%, contro il 23% delle pantere).

Thompson si conferma inarrestabile e firma i primi quattro punti del quarto set di Milano (1-4). L'inerzia è tutta a favore delle ospiti, con Conegliano molto imprecisa in attacco: Folie va in cielo per il 6-9. Le pantere risalgono, il murone di Fahr vale il pareggio (9-9). Dopo uno scambio pazzesco, Larson riporta su Milano 9-10, a rispondere è... De Gennaro, con una free ball che cade sulla riga.

Tre punti consecutivi delle centrali: ace di Fahr, attacco di Folie e poi di Lubian: 13-11. Ancora la centrale di Moncalieri protagonista, prima con una bordata in attacco e poi con altre due dai nove metri (7 punti totali): Conegliano allunga 19-13. Poi entra in gioco Asia Wolosz: bellissimo punto di seconda, poi ace per il 21-14. Orro non ci sta, risponde anche lei in attacco e con un servizio velenoso agevola il muro di Thompson per il 21-16. Ancora l'opposta americana firma il -4 (7 punti), risponde la controparte svedese con un pallonetto e poi con un grande muro su Sylla (24-18). Il 25-19 finale è demerito di un brutto servizio di Folie: 2-2 e tie-break.

Il quinto set inizia in equilibrio, 2-2 dopo un mani-out di Haak e la risposta di Thompson. Lubian è ancora caldissima e vola per il 3-2 e replica per il 4-3. Pareggia ancora l'opposta americana, un vero e proprio fattore nell'incontro. Il primo break è in favore delle ospiti, 4-6 con un bel muro di Stevanovic su Lubian, poi Plummer e un monster block di Fahr ed è ancora pareggio.

Il Palaverde esplode su un mani-out di Haak: 8-7 e cambio campo. Thompson in pipe rimette subito la situazione in equilibrio, ma nuovamente la svedese per il 9-8. Break di Conegliano: attacco di Fahr, ace di Squarcini entrata al servizio e 11-9. Un muro di Lubian su Thompson vale il 13-10, poi Plummer firma il 14-10 in pipe. Non molla Milano, Stevanovic mura Haak per il 14-11. Ancora una scatenata Lubian però, meritatamente MVP, attacca con prepotenza per il 15-10 che chiude Gara 1.

Il tabellino di Prosecco Doc Imoco Conegliano-Vero Volley Milano 3-2 (23-25, 25-23, 23-25, 25-19, 15-11)

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO: Robinson-cook 7, Lubian 19, Wolosz 4, Plummer 15, Fahr 12, Haak 32, De Gennaro (L), De Kruijf 1, Gennari, Squarcini, Gray, Carraro. Non entrate: Pericati (L), Samedy. All. Santarelli.

VERO VOLLEY MILANO: Larson 11, Folie 12, Thompson 36, Sylla 3, Stevanovic 2, Orro 1, Parrocchiale (L), Begic 4, Rettke 4, Candi, Negretti (L), Stysiak. Non entrate: Davyskiba, Allard. All. Gaspari. ARBITRI: Braico, Puecher. NOTE - Spettatori: 5333, Durata set: 30', 32', 33', 28', 17'; Tot: 140'. MVP: Lubian.

Top scorers: Thompson J. (36) Haak I. (32) Lubian M. (19)
Top servers: Folie R. (3) Lubian M. (2) Larson J. (1)
Top blockers: Plummer K. (3) Haak I. (3) Fahr S. (3)

LA SERIE
Prosecco Doc Imoco Conegliano – Vero Volley Milano 1-0

I PROSSIMI TURNI
GARA 2 - Martedì 9 maggio ore 20.45
Vero Volley Milano – Prosecco Doc Imoco Conegliano

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A1 femminile, partita irreale al Palaverde: Conegliano si impone 3-2 contro Milano

Today è in caricamento