rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Consulenze 'preziose' / Regno Unito

La donna che guadagna 300 euro l'ora aiutando i genitori vip: dalla scelta del nome ai consigli per dormire

Tiffany Norris, per consigliare il nome giusto a una coppia di vip, ha dovuto lavorare insieme a un linguista e a un esperto di marketing

Certo, i primi tempi con un neonato in casa sono duri per tutti, persone comuni ma anche vip: lo sa bene Tiffany Norris, 41 anni, che ha confessato di guadagnare quasi 300 euro all'ora aiutando i genitori più ricchi come consulente, dal supporto psicologico alla scelta dei nomi per i figli. Attenzione, non si tratta di una "comune" baby sitter: il lavoro di Tiffany è dare consigli e fornire i migliori specialisti, se richiesti. 

Il suo servizio "The Mummy Concierge", vanta una lista di clienti tra cui spiccano nomi di attori famosi, cantanti e anche - secondo quanto riporta il Mirror - alcuni membri della famiglia reale inglese. Tiffany fa veramente di tutto: insegna alle donne incinte come organizzare al meglio la borsa da portare in ospedale per il parto, diventa una 'spalla' su cui piangere nei momenti di necessità, e ha anche confidato di aver ricevuto spesso chiamate nel cuore della notte da vip che andavano nel panico perché i loro bebè non riuscivano ad addormentarsi.

Tiffany ha spiegato al Mirror che "non importa quanto una persona sia famosa, ha sempre le stesse preoccupazioni di tutti noi a proposito dei figli. È facile pensare che per i vip sia più semplice perché hanno molti soldi e dunque basta lasciare i bimbi alle tate. Ma le preoccupazioni di ognuno sono differenti, dunque spesso presto la mia spalla su cui poter piangere, dando loro la garanzia che non saranno giudicati. Tratto tutti alla stessa maniera".

Molti clienti scelgono Tiffany per passaparola: nell'ambiente dei vip è conosciuta come una persona molto esperta e capace anche di fornire preziosi consigli sui vari specialisti a cui rivolgersi, dal migliore istruttore di nuoto ai pediatri più quotati, senza contare ovviamente tate e baby sitter esperte in etichetta e abituate a lavorare con le celebrità.

Tra le richieste più strane che sono capitate alla donna, anche quella di aiutare una coppia a scegliere il nome per il figlio: "Volevano un nome unico, dunque ho lavorato con due professionisti, un linguista e un esperto di marketing per trovare qualcosa di davvero inusuale". Oppure anche: "Un paio di anni prima del covid ho preso un aereo per Ibiza solo per controllare una villa e capire se era adatta a una famiglia molto facoltosa con un bambino. Ho dovuto arredare la stanza con tutto quello di cui poteva aver bisogno un bambino, poi ho spiegato loro che sì, era adatta e funzionale, ci stava tutto. Alcune richieste possono sembrare estreme ma sono abituata a lavorare con persone che hanno standard piuttosto alti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La donna che guadagna 300 euro l'ora aiutando i genitori vip: dalla scelta del nome ai consigli per dormire

Today è in caricamento