rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Licenziata / Stati Uniti d'America

La babysitter che cerca di convincere i bambini di essere la loro vera madre

La donna, un'amica della suocera, è stata subito allontanata. La madre: "Ora però mi sento in colpa, si era affezionata ai bimbi"

Chi va a lavorare e ha figli piccoli sa che può contare solo su tre cose: su un asilo, oppure sulla pazienza dei nonni, o ancora - se ne ha la possibilità - su una brava babysitter.

La babysitter, in particolare, deve prendersi cura dei bambini amorevolmente e con autorevolezza, farsi benvolere e richiedere obbedienza ma senza scavalcare mai i genitori. Quello che è successo in questa famiglia americana invece è surreale.

Una donna, madre di due bambini, su consiglio della suocera ha trovato una babysitter che sembrava molto capace. La tata, amica della suocera, si è offerta di prendersi cura gratuitamente dei bambini di 3 e 4 anni, quando i genitori sono al lavoro: insomma, sembrava proprio una buona opportunità e così, vista anche la raccomandazione di una parente stretta che sosteneva di conoscere la persona in questione, la mamma si è fidata.

Le cose sono andate bene per un paio di mesi, anzi, più che bene: poi a un certo punto uno dei bambini ha iniziato a fare strane domande. In un post su Reddit, la mamma spiega che ha dovuto allontanare la babysitter in quanto aveva cercato di convincere i bambini di essere lei la loro vera madre.

La donna, 26 anni, scrive: "Sono mamma di due bambini e sia io sia mio marito lavoriamo in ufficio. Per questo abbiamo bisogno di qualcuno che guardi i bambini quando non ci siamo. Abbiamo avuto molte babysitter ma qualche mese fa mia suocera ha detto che la sua amica poteva prendersi cura dei nostri figli gratuitamente. Non ci ho visto niente di male, allora ho accetato. Tutto è andato benissimo nei primi mesi, l'amica di mia suocera era sempre puntuale, dava sempre da mangiare ai bambini le cose giuste, e li metteva a letto all'orario da me suggerito. I miei figli la apprezzavano molto, ma un paio di settimane fa la più grande mi ha chiesto se ero io la loro vera mamma. Ero confusa, le ho chiesto cosa intendesse. E salta fuori che l'amica di mia suocera ha detto ai bambini di essere lei la loro mamma. Quando loro hanno protestato, dicendo di no, lei ha risposto che io ero solo una persona occupata a fare soldi e che lei era la loro vera mamma".

La 26enne ha subito allontanato la babysitter, avvisando la suocera, ma quest'ultima a quanto pare non l'ha presa bene: "Ha iniziato a urlare al telefono, dicendo che la sua amica non aveva figli né nipoti, che i miei bambini erano la cosa più vicina a un figlio che potesse mai avere, e che è crudele da parte mia portarglieli via. Mio marito e io abbiamo cercato di farla ragionare, ma lei ha riagganciato. Ci ha poi mandato una foto della sua amica in lacrime. Mi sento in colpa per averla sconvolta, ma non posso passare sopra il suo comportamento".

La donna ha dunque chiesto ai commentatori un'opinione che non è tardata ad arrivare: più di 900 persone le hanno risposto.

Tra i commenti: "Non sentirti in colpa, piuttosto porterei i bambini da uno psicologo, saranno confusi, quella donna ha causato loro un bel danno che non dev'essere sottovalutato". "Se continui a lasciare che quella donna veda i tuoi bambini, cresceranno con complessi e insicurezze. I bimbi hanno bisogno di certezze e sicurezza dai genitori: se qualcuno dice loro che tu non sei la loro vera mamma, può influenzare il loro sviluppo emotivo e mentale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La babysitter che cerca di convincere i bambini di essere la loro vera madre

Today è in caricamento