rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
La disavventura / Spagna

Bimbo autistico dimenticato sul bus, ritrovato sei ore dopo a 10 chilometri dalla scuola

Il piccolo si sarebbe risvegliato quando il mezzo era stato ormai portato in deposito, a quel punto un addetto gli avrebbe aperto la porta senza però aiutarlo, ma lasciandolo andare in giro da solo

È stato dimenticato sullo scuolabus ed è sparito, venendo ritrovato solo sei ore dopo a ben 10 chilometri di distanza dalla sua scuola. La disavventura, per fortuna conclusasi con un lieto fine, è ancora più spaventosa se si pensa che il protagonista è un bambino di 11 anni nello spettro dell'autismo. Il fatto è accaduto l'11 settembre scorso in Spagna, nel comune di Laganés in provincia di Madrid, ma la notizia è stata diffusa soltanto adesso in seguito a una denuncia presentata dai genitori alla polizia.

Il piccolo Leo è stato dimenticato dopo essersi addormentato alle 9:30 del mattino sugli ultimi sedili del bus scolastico diretto da casa al Centro di Educazione speciale Alfonso X Il Savio di Leganés, un tragitto di una decina di minuti, come ogni mattina. Ma al suo arrivo nessuno l'ha svegliato, né l'accompagnatrice dei 4 alunni che si recano con lui al centro, né l'autista del bus. E nessuno di loro si è accorto che steso nel sediolino c'era lui. Anche in classe nessuno sembra si sia meravigliato della sua assenza. Il piccolo si è poi svegliato e si è ritrovato da solo, nel mezzo che ormai si trovava parcheggiato nel deposito di trasporti dell'impresa 'Puesta del Sol' ad Alcorcòn, un comune vicino.

Secondo la ricostruzione della polizia, a quel punto il piccolo ha avuto la prontezza di suonare il clacson del bus, in modo da attirare l'attenzione di un addetto che gli ha aperto la portiera e lo ha lasciato scendere. La cosa assurda è stata che nemmeno l'uomo si sarebbe chiesto cosa ci faceva lì ma, secondo quanto denunciato dai genitori, lo avrebbe semplicemente lasciato andare. Lui allora avrebbe iniziato a vagare in zona, arrivando nei pressi dell'autostrada e di un impianto di smaltimento dei rifiuti. Solo a quel punto è stato ritrovato, sei ore dopo, quando le lezioni erano ormai finite e i suoi compagni erano tornati a casa. È stato a quel punto che i genitori hanno lanciato l'allarme.

"Pensavamo che fosse a scuola", ha raccontato la madre a El Pais. La donna, Paula Aparecida, si stava vestendo per andare alla fermata dell'autobus a prendere il bambino quando ha ricevuto una telefonata dal marito che gli chiedeva se sapeva dove fosse il bambino, sostenendo che la polizia lo aveva contattato affermando di averlo trovato. "Gli hanno detto che Leo era con loro, di averlo trovato disorientato e che vagava da solo per le strade di Alcorcón", ha continuato Aparecida, affermando che a quel punto il marito è salito in macchina, "disperato", ed è partito a tutta velocità verso la stazione di polizia, dove gli agenti hanno ripetuto ciò che il figlio aveva raccontato pochi minuti prima e che è incluso nella denuncia presentata contro il centro e la società di trasporti.

Sulla base della denuncia presentata, un'inchiesta è stata aperta per accertare eventuali responsabilità nei reati di abbandono di minore, negligenza e lesioni, mentre la Regione di Madrid ha aperto un fascicolo sul Centro di Educazione speciale di Leganés dove ha inviato un'ispezione.

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo autistico dimenticato sul bus, ritrovato sei ore dopo a 10 chilometri dalla scuola

Today è in caricamento