Lunedì, 10 Maggio 2021
È identico / Cina

Baby Yoda, il cagnolino salvato dal macello in Cina diventa una star di Instagram

"Quando Mork sarà abbastanza sano spera possa diventare un cane da pet therapy per aiutare le persone a guarire"

Una delle foto virali su Instagram

Al cuor non si comanda… e così quando Nikki Carvey, che del salvataggio dei cuccioli ha fatto la sua ragion di vita, è stata informata di un camion carico di cani in condizioni precarie salvati dal commercio di carne in Cina, non ha potuto fare a meno di voler adottare personalmente il fragile Mork.

La bestiola, come racconta l'HuffPost, pesa solo 5 chili ed è e molto malata a causa di problemi intestinali. Mork viene ricoverato in ospedale in fin di vita ma riesce a riprendersi quel tanto che basta per poter essere trasferito in aereo (in cabina economica, non in stiva) nella sua nuova casa a Los Angeles. Da allora ha fatto buoni progressi, e la sua nuova vita gli ha portato anche un account Instagram, dove i suoi follower lo hanno soprannominato "Baby Yoda" per la sua somiglianza con il personaggio immaginario della saga di Guerre Stellari.

“Harbin SHS, che ha salvato Mork, è una organizzazione basata in Cina, dove è tutt’ora consentito mangiare carne di cane,” ha dichiarato Carvey all’ HuffPost Australia. “In Cina non esiste ancora la adeguata sensibilità verso la adozione dei cani; anche gli allevamenti non finalizzati alla produzione di carne da consumo finiscono fatalmente, se non riescono a piazzare i cuccioli, con il venderli alla industria del commercio di carne". Nikki, che è molto sensibile a questo tema, ha fondato “Roadogs” una organizzazione che si occupa, senza fini di lucro, del salvataggio di cani abbandonati.

Harbin SHS la la sua sede ad Harbin in Cina. Poiché in questo paese non esistono specifiche protezioni legislative, si dedica al salvataggio dei cani da commercio di carne (insieme ai casi di abuso ed abbandono). Tramite una rete di volontari e di partner porta i cani fuori dalla Cina, dove possono trovare amorevoli case in tutto il mondo.

"Salvano tutte le razze, e noi ci concentriamo specificamente sui bulldog che facciamo arrivare in America” ha spiegato Carvey. “Mi hanno mandato una foto di Mork e come l’ho vista ho detto: sono già innamorata di quel cagnolino. Lo prenderò io".

“Spesso non ci si rende conto che non è solo in occasione dello Yulin Meat Festival in cui in Cina si consuma carne di cane. Questa è una abitudine consolidata e piuttosto comune.” aggiunge Nikki. La guarigione di Mork passerà per una strada lunga e tortuosa, iniziata da quando è stato trovato a metà ottobre; per ora ha recuperato circa 400 grammi da quando è atterrato a Los Angeles il 20 dicembre.

"Segue una dieta a base di cibi cotti a causa della sua sindrome dell'intestino
irritabile", spiega Carvey. “Si tratta essenzialmente di lenticchie unite a diversi integratori. È un tipino costoso da sfamare, probabilmente mangia meglio di me. È ancora estremamente sottopeso e viene nutrito con quattro piccoli pasti al giorno".

Sebbene Carvey, che è specializzata nel salvataggio di bulldog con patologie particolari come spina bifida, idrocefalo e paralisi, sia stata consigliata ad eseguire un test del DNA su Mork per scoprire la sua razza, ha detto che è “l’ultima cosa" che farà.

“Ha così tante complicazioni congenite! Ha anche un problema alla mandibola e non riesce a respirare molto bene. Dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico per aiutarlo a respirare.” precisa Nikki. "Forse non sapremo mai esattamente qual è la razza di Mork, anche se Carvey sostiene abbia una piccola coda da carlino, ma questo poco importa. Quando Mork sarà abbastanza sano spera possa diventare un cane da pet therapy per aiutare le persone a guarire".

"Vogliamo diffondere un po' di amore, felicità e compassione", ha concluso Carvey.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby Yoda, il cagnolino salvato dal macello in Cina diventa una star di Instagram

Today è in caricamento