rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Nomi incredibili / Regno Unito

Chiamano la figlia Ikea e ottengono un divano in regalo: ma lei viene bullizzata per anni

La figlia, appena ha potuto, si è fatta cambiare il nome: adesso si chiama Jasmine (e compra ancora all'Ikea)

Cosa si è disposti a fare pur di avere qualche comodità gratis? Magari un divano su cui riposare la sera, davanti alla televisione, grande abbastanza per accogliere tutta la famiglia? Questa coppia di genitori di Norwich, Gran Bretagna, ha scelto di chiamare la propria figlia Ikea, ha avuto in regalo un bel sofà dalla famosa catena di arredamento svedese, ma la bambina, crescendo, è stata (prevedibilmente) vittima di bullismo proprio a causa del suo nome.

La surreale storia è raccontata dal Mirror: la figlia, non appena è cresciuta, si è fatta cambiare il nome all'anagrafe e adesso si chiama Jasmine. Diciannove anni fa, poco prima del parto, sua madre vide in tv uno spot di Ikea, la famosa catena di arredamento svedese, e pensò che quello fosse proprio un bel nome per una bambina in arrivo. Mai scelta fu più sbagliata, perché, crescendo la povera Ikea è stata bullizzata dai compagni di scuola che l'hanno presa in giro per anni a causa del suo nome. Una volta cresciuta, nel 2014, la ragazza ha scelto di porre fine ai suoi tormenti cambiandosi nome e diventando Jasmine. Anche se, riferisce ai media, in famiglia la chiamano ancora tutti Ikea, oppure "Kea", il diminutivo.

"Quando ero piccola, mia mamma ricevette una lettera dall'Ikea che diceva che sostanzialmente potevamo avere un tot di mobili e giocattoli gratis - racconta la ragazza -. Ho avuto alcuni giochi, e mia mamma ha ottenuto un divano". Jasmine, crescendo, è comunque rimasta "fedele" alla catena che le ha dato il nome, arredando il suo appartamento con mobili rigorosamente di Ikea.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiamano la figlia Ikea e ottengono un divano in regalo: ma lei viene bullizzata per anni

Today è in caricamento