Sabato, 24 Luglio 2021
Lavori strani / Stati Uniti d'America

Keeley, "coccolatrice" professionista per 80 euro l'ora: "Ecco le richieste più strane dei clienti"

Gare di solletico e letture di libri sono tra le richieste più bizzarre. "Mi arrivano poche richieste sessuali e le respingo: è strano perché le persone nel sesso si sentono sempre giustificate, mentre si vergognano a chiedere affetto e coccole"

Immagine di archivio

Quando si fa un lavoro strano, bisogna prepararsi alle richieste più bizzarre: lo sa bene Keeley Shoup, che vive negli Stati Uniti, e lavora come "coccolatrice" professionista. Cioè? Keeley semplicemente, da ormai sette anni, dispensa coccole su ordinazione per aiutare soprattutto coloro che hanno sofferto per vari traumi o abusi. Un lavoro particolare che la porta a guadagnare circa 80 euro all'ora.

Certo, un mestiere così bizzarro deve avere dei paletti, e la ragazza osserva uno stretto codice di regole che condivide con i suoi clienti: ad esempio le coccole non devono avere nulla a che vedere con il sesso, e i clienti devono essere vestiti per tutto il tempo.

Ma il lavoro può comunque portare a strane richieste, come spiega il Daily Star. Keeley spiega: "Mi piacciono le richieste strane perché vuol dire che la persona si fida di me a tal punto da confidarmi quello che desidera veramente. Non è una cosa così comune al giorno d'oggi. Significa che ho saputo creare una zona di comfort in cui i clienti non si sentono giudicati. Il mio lavoro infatti comprende il fatto che, rimanendo all'interno delle regole fissate, il cliente possa chiedermi qualsiasi cosa e non verrà giudicato. Certo, non dirò di sì a tutto, perché anche io devo sentirmi a mio agio".

Dunque quali sono le richieste più bizzarre? Keeley spiega che ha ricevuto ordinazioni per gare di solletico, per leggere libri, per gattonare intorno ai clienti per gioco. "In genere gli adulti, per paura o per vergogna, rifiutano le attenzioni che non sono di tipo sessuale. Mentre una persona si sente giustificata a chiedere qualsiasi cosa, o quasi, in un contesto sessuale, penso che un sacco di gente si senta inibita a chiedere semplicemente un po' di affetto o di gioco". E in effetti solo una piccolissima percentuale di clienti ha chiesto qualche pratica sessuale, richiesta respinta come da regolamento. "Ma amo il mio lavoro. Quando mi alzo la mattina non penso a quello che devo fare, penso che sono fortunata a fare quello che mi piace. Non c'è un'altra professione che vorrei svolgere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Keeley, "coccolatrice" professionista per 80 euro l'ora: "Ecco le richieste più strane dei clienti"

Today è in caricamento