rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Nessun malinteso / Avellino

L'uomo che si è presentato al colloquio di lavoro vestito da Babbo Natale

Antonio, che da poco ha superato i sessant'anni, si è presentato e ha detto: "Sono l'unico Babbo Natale italiano che non ha la barba finta"

Si è presentato al concorso bandito dal Comune vestito da Babbo Natale. All’inizio i messi comunali pensavano fosse una persona che voleva scherzare e lo hanno anche invitato ad andarsene con un sorriso. Ma era un equivoco. Lui, Antonio, era lì per giocarsi l'assunzione a tempo indeterminato di 35 figure professionali ricercate dal Comune di Avellino.

Antonio, che da poco ha superato i sessant'anni, si è presentato e ha detto: "Sono l'unico Babbo Natale italiano che non ha la barba finta". Un modo divertente per spiegare il perché di quel travestimento. Per il 66enne quel vestito è il "vestito da lavoro". Infatti l’uomo, che nel frattempo lavora temporaneamente per una cooperativa locale, in questo periodo di festa si veste da Babbo Natale per fare da testimonial negli esercizi commerciali e nei supermercati.

Ieri mattina ha chiesto di potersi assentare per alcune ore per partecipare alla selezione per l'assunzione di dodici operai specializzati alla quale concorrono complessivamente 366 concorrenti. Insomma si è recato alla prova col "vestito da lavoro". Si è presentato nella sede del concorso, al Consorzio Asi nel nucleo industriale della città campana, e ha sostenuto la prova davanti alla commissione esaminatrice. L'episodio ha in qualche modo contribuito ad alleggerire le polemiche, soprattutto politiche, sulla complessiva gestione dei concorsi banditi la cui gestione è stata caotica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo che si è presentato al colloquio di lavoro vestito da Babbo Natale

Today è in caricamento