Sabato, 8 Maggio 2021
Esilarante / Regno Unito

"Cosa faresti se fossi il presidente?": maestro sotto choc dopo le risposte dei bambini

Il maestro ha postato per scherzo le risposte più esilaranti su Twitter. La proposta più bella? Quella di una bambina che ha detto che aiuterebbe le persone nella grammatica

Come recita un proverbio, "se vuoi sapere la verità, chiedi a un bambino o a un ubriaco". Ed è proprio quello che ha fatto un maestro di scuola primaria del Regno Unito, ottenendo risposte divertenti e a tratti scioccanti, chiedendo ai suoi alunni del primo anno cosa farebbero se fossero presidenti del mondo per un giorno.

Pace nel mondo? Lotta alle malattie? Niente affatto: le risposte sono una più buffa dell'altra, e il maestro, George Pointon, le ha postate su Twitter scatenando l'ilarità generale, anche perché lui ha preso le proposte molto seriamente e ha risposto in modo impeccabile a ognuna. Proprio come si farebbe con i politici veri.

E così la piccola Alice ha detto che, se lei fosse presidentessa del mondo, imporrebbe "dolci a colazione tutti i giorni". "Dunque - risponde George - la percentuale di obesi schizzerebbe alle stelle. Problemi cardiaci. Indigestione. Alice non ha preso in considerazione nessuna di queste possibilità. Ma la classe l'ha applaudita e la sua proposta è stata considerata la migliore. Lei sa cosa la gente vuol sentirsi dire, e chissà, le caramelle gommose alle 7 del mattino potrebbero piacere".

Katie ha risposto in maniera tenerissima: "Costruirei una casa per la mia mamma". "So che avete letto questo e vi siete commossi - è il pronto commento del maestro, sempre per scherzo - ma guardate più in profondità. Lei è la presidentessa del mondo e tutto quello che farebbe è costruire una casa per sua madre. Penso che sia molto egoista. Tra l'altro sua madre guida un'Audi costosa. Che ipocrisia".

La risposta migliore, per il maestro, arriva dalla piccola Emma: "Aiuterei la gente nello spelling" (c'entra molto con grammatica e ortografia, poiché in Gran Bretagna i bimbi devono imparare che le parole non si scrivono come si pronunciano). "Emma eccelle nello spelling - dice George - dunque userebbe il suo tempo per aiutare gli altri. Mano nella mano, impariamo tutti insieme. Forse un po' troppo sdolcinato per i miei gusti, ma che bel mondo sarebbe. Ho amato questa proposta".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cosa faresti se fossi il presidente?": maestro sotto choc dopo le risposte dei bambini

Today è in caricamento