rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Verona

La "donna tavolino" alla cena istituzionale: esplode la polemica

Giravano tra i commensali indossando un costume a forma di tavolino, da cui i presenti potevano prendere un calice di spumante: lo scandalo al 75esimo compleanno del Consorzio Zai

Verona, ricevimento per il 75esimo compleanno del Consorzio Zai, un ente istituzionale territoriale che punta a favorire lo sviluppo dell'economia scaligera. Tra le maschere presenti al Palazzo della Gran Guardia di Verona che girano tra i commensali c'erano non meno di due ragazze che indossavano un costume a forma di tavolino, da cui i presenti potevano prendere un calice di spumante. Colpisce l'immagine di una "donna tavolino". Si va oltre lo scherzo e si scade nel sessismo come se le giovani fossero un oggetto inanimato.

Presente anche la vicesindaca di Verona, Barbara Bissoli, che non ha esitato a scrivere una lettera al presidente del Consorzio Zai Matteo Gasparato, chiedendo un colloquio urgente. "In occasione dell’evento d’intrattenimento sono state esibite alcune ragazze con una mise che fungeva da tavolino, sulla quale gli ospiti della serata appoggiavano i loro calici", si legge nella lettera che definisce la scena "irrispettosa" ed esprime l'intenzione di istituire un codice di condotta per gli enti collegati al Comune di Verona, nella direzione di tutelare la dignità di tutte e tutti.

donna tavolino verona-3

Segui Today anche sul nuovo canale WhatsApp

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "donna tavolino" alla cena istituzionale: esplode la polemica

Today è in caricamento