rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Lo strano caso / Milano

Si presenta al Palazzo Reale con le valigie: "È casa mia, sono l'erede dei Savoia"

Lo strano caso di un 37enne australiano, che pretendeva di occupare il palazzo, sostenendo di esserne il legittimo proprietario. Per allontanarlo è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco e di una decina di poliziotti

"Sono l'erede del Regno d'Italia questa è casa mia": con questa frase un uomo di origini australiane si è presentato all'ingresso del Palazzo Reale di Milano, pretendendo di entrare per prenderne possesso. Il presunto erede del Regno d'Italia, giunto a Milano con tanto di bagagli, è riuscito ad arrivare fino al primo piano della struttura, prima che gli increduli dipendenti decidessero di chiamare vigili del fuoco e polizia. Infatti, lo strano proprietario non aveva alcuna intenzione di andare via. 

È successo nella mattina di ieri, mercoledì 16 febbraio: il 37enne australiano, ha rifiutato di allontanarsi da quella che per lui era "casa sua", mostrando anche i documenti che diceva di aver spedito alle autorità italiane, intralciando il passaggio dei visitatori e del personale. Per sbloccare la situazione c'è voluto l'intervento della Questura, con due funzionari che insieme ad una decina di agenti hanno identificato l'uomo e per poi scortarlo all'esterno del Palazzo Reale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si presenta al Palazzo Reale con le valigie: "È casa mia, sono l'erede dei Savoia"

Today è in caricamento