Mercoledì, 28 Luglio 2021
Storie

Facebook lo censura per la parola "finocchi". Ma parlava di cibo

Un commento gastronomico scambiato per offesa e così il social ha deciso di bloccare un utente bolognese

Un ristoratore bolognese, Daniele Voltini, è stato censurato da Facebook per aver commentato una ricetta di finocchi gratinati postata da una collega sul social.  "Ma proprio i finocchi dovevi prendere come esempio?". Questo il commento censurato da Facebook in violazione degli "standard in materia di incitamento all'odio".

Voltini, stupito, ha pubblicato il messaggio del social, scrivendo: "In risposta ad un commento in cui si parlava di finocchi (la verdura), Fb ha pensato bene di bloccare il mio commento (riferito sempre alla verdura). Questa è la libertà a cui tanto anelate? Meditate gente, meditate". Così, ha fatto valere le sue ragioni per poi averla vinta, come da lui stesso documentato sul suo profilo. "Il tuo commento è di nuovo visibile su Facebook. Ci scusiamo per l'errore. Abbiamo analizzato di nuovo il tuo commento e stabilito che rispetta i nostri standard della community" è quanto si legge nella comunicazione con cui il social ha avvisato Voltini di aver ripristinato il messaggio. Scelta che il ristoratore ha commentato scrivendo: "Dopo lungo tempo Fb si è ricreduto. Posso parlare di finocchi gratinati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Facebook lo censura per la parola "finocchi". Ma parlava di cibo

Today è in caricamento