Lunedì, 10 Maggio 2021
Natura / Australia

In Australia c'è un incendio attivo da... seimila anni

Sotto il monte Wingen c'è un giacimento di carbone che brucia da sei millenni: è l'incendio carbonifero più antico del mondo

Un giacimento di carbone a circa 30 metri sotto il monte Wingen, in Australia, brucia ininterrottamente da circa 6.000 anni, e si è guadagnato il celebre soprannome di Burning Mountain.

Gli incendi sotterranei di giacimenti di carbone non sono affatto rari, infatti si stima che circa 1.000 giacimenti di carbone stiano bruciando in diverse parti del mondo. Questi incendi di solito si verificano nei paesi ricchi di carbone e di solito si spengono nel giro di pochi giorni, un mese al massimo. Non è sempre così, e il bacino carbonifero indiano di Jharia, che brucia ininterrottamente da oltre 100 anni, ne è un perfetto esempio. Ma anche questo braciere secolare impallidisce in confronto all’incendio carbonifero più antico del mondo, un giacimento sotterraneo che sembra bruciare da circa sei millenni.

Burning Mountain non solo è l'unico giacimento di carbone che brucia naturalmente in Australia, ma è anche l’incendio carbonifero più antico del mondo. Secondo la leggenda degli aborigeni, nativi di questa terra, si tratta delle lacrime infuocate di una donna da trasformata in pietra da Biami, il dio del cielo. I primi esploratori a scoprirlo pensavano che si trattasse di una attività di origine vulcanica, ma in realtà è un giacimento di carbone a combustione lenta che brucia a circa 30 metri sotto terra.

L’incendio sotterraneo di Burning Mountain si è spostato lentamente verso sud, a una velocità di circa un metro all'anno, e si ritiene che nel corso della sua attività di 6.000 anni abbia coperto una distanza di circa 6,5 ??chilometri. Nessuno sa esattamente come sia iniziato l'incendio, ma gli scienziati ritengono che possa essere stato un fulmine o un incendio boschivo, sebbene anche i fuochi accesi dagli aborigeni potrebbero esserne stati la causa.

La combustione lenta ha causato l’inaridimento del suolo e una superficie irregolare del terreno sul Monte Wingen. Anche la vegetazione della zona ha subito le conseguenze dell’incendio sotterraneo, come dimostra l'area sempre più spoglia e arida man mano che ci si avvicina alle bocche fumanti di Burning Mountain.

Nonostante l'aspetto arido della zona, Burning Mountain è diventata una sorta di attrazione turistica, con migliaia di persone che giungono sin qui per vedere questa gigantesca fornace che brucia ininterrottamente da sei millenni. O quantomeno per vederne il fumo dal momento che i carboni ardenti sono a decine di metri sotto terra.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Australia c'è un incendio attivo da... seimila anni

Today è in caricamento