rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Lavoro

La storia: "Mi hanno mandata via perché rispettavo l'orario di lavoro, si aspettavano di più"

La confessione della social media manager su Reddit: "Ho lavorato quattro ore in più e ho chiesto se potevo fatturarle: si sono infuriati e mi hanno detto che non avevano più bisogno di me"

La triste storia di una ragazza che è stata mandata via dall'ufficio perché "rispettava l'orario di lavoro" è stata condivisa su Reddit scatenando un dibattito tra gli utenti.

A scrivere la vicenda, la diretta interessata che ha nascosto la sua vera identità per ovvi motivi: stando al racconto, la 22enne avrebbe lavorato per otto ore al giorno come social media manager presso un'azienda, pagata a ore come il suo contratto da free lance prevedeva. La ragazza, dopo un periodo di prova di tre mesi, era stata presa, sì, ma senza avere un contratto da dipendente, a causa delle "difficoltà finanziarie" paventate dall'azienda. Lei ha iniziato comunque a lavorare in questo modo, fino a quando non è stata mandata via dalla sua superiore, con la scusa che voleva "più impegno", cioè, tradotto, più lavoro fuori orario, non pagato. Insomma, accusata di fare solo il minimo indispensabile, è stata messa alla porta.

La 22enne ha spiegato che se fosse stata inquadrata come una dipendente regolare - ovvero se il suo salario fosse stato soggetto a straordinari - avrebbe prolungato volentieri il suo lavoro in ufficio. Ma siccome era pagata a ore e il suo contratto ne prevedeva giusto otto al giorno, non ha voluto lavorare oltre orario gratis.

"Un paio di settimane fa - spiega - la mia superiore mi ha detto che ha notato che facevo giusto il minimo indispensabile, e mi ha detto che arrivare in tempo e andare via in tempo non era sufficiente. Sono confusa, sarebbe stato un ragionamento corretto se fossi stata impiegata in qell'azienda, ma proprio per una scelta aziendale ho un contratto per cui vengo pagata a ore. La società decide di organizzare un evento di tre giorni e mi chiede di coprirlo sui social media e fotografare tutto, arrivando un'ora prima e andando via un'ora dopo. L'ho fatto perché volevo dimostrare ai miei committenti che so lavorare duramente, ma poi ho realizzato che la mia superiore voleva che io rimanessi anche per la serata di gala finale. Questo significava che l'ultimo giorno avrei dovuto lavorare dalle 8 del mattino a mezzanotte, senza venire retribuita per buona parte della giornata. Superando la mia timidezza le ho chiesto di poter fatturare anche queste ore extra di lavoro, e si è arrabbiata tantissimo dicendo che ha problemi finanziari e che io non sono parte del personale. E mi ha anche detto che non avrebbe avuto più bisogno dei miei servizi, e che non sarei stata pagata per queste quattro ore extra. Dunque mi ha mandata via. Sono una brutta persona? I miei genitori mi hanno detto che avrei dovuto lavorare gratis per quelle ore, e mi sento una stupida perché prima almeno guadagnavo qualcosa, adesso mi sento persa".

Dopo aver condiviso la sua storia, gli utenti di Reddit hanno commentato cercando di rassicurare la ragazza, dicendole in realtà di essersi tolta una grossa gatta da pelare: "Sembra una compagnia poco seria, cerca un'azienda migliore e non piangere per questa", "E adesso conosci il segreto della tua superiore, lavorare meno ma guadagnare di più sfruttando gente come te", "Ti ha chiesto di lavorare quattro ore senza essere pagata, come reagirebbe se tu chiedessi di essere pagata quattro ore senza lavorare?", "Non dovresti mai lavorare gratis. I tuoi genitori sbagliano e provengono da una generazione abituata a lavorare in modo diverso. Devi andare dove ti pagano. Se non lo fanno, è l'ora di andarsene", "Ti hanno detto che erano in difficoltà finanziaria ma mentivano, volevano solo tenerti a lavorare pagandoti poco. Manda una fattura includendo anche le ore extra e fai causa alla tua superiore se non ti paga". La nazionalità della ragazza non è specificata, ma alcuni utenti hanno fatto notare che "A seconda del Paese in cui vivi, quello che ha fatto l'azienda è estremamente illegale, parla con un avvocato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia: "Mi hanno mandata via perché rispettavo l'orario di lavoro, si aspettavano di più"

Today è in caricamento