rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Lieto fine / Palermo

Pitbull le staccò il braccio: la nuova vita di Federica con la mano bionica donata da Giusy Versace

La studentessa di 28 aveva perso un braccio a causa del morso del cane del fidanzato

Una storia a lieto fine. È quella di Federica Aiello, la studentessa di 28 anni palermitana ed educatrice d’infanzia che più di quattro anni fa perse un braccio dopo essere stata azzannata dal pitbull del fidanzato. Nella mattina di oggi 13 aprile ha ricevuto una mano bionica nel centro ortopedico RoGa di Enna donata dalla Disabili No Limits di Giusy Versace, senatrice, atleta paralimpica e attivista per i diritti dei disabili. Il costoso braccio bionico è stato donato da Versace grazie a una raccolta fondi a cui hanno partecipato anche Confindustria, Agos e Fondazione Gruppo Arena. 

da sinistra Stefano Colaleo (tecnico RoGa), Fabio Gagliano (dir. sanit. RoGa), Rosario Gagliano (dir. tec. RoGa), Giusy Versace, Federica Aiello, Giusy Arena, Fabio Montesano (Confindustria Enna), Lillo Colaleo (dg RoGa

“Sono felice di aver contribuito con la mia associazione - commenta Giusy Versace - a ridare una vita più autonoma a Federica e sono convinta che lei, lavorando a stretto contatto con i bambini, saprà incuriosire i più piccoli con la sua nuova super mano e lanciare allo stesso tempo un forte messaggio culturale, verso chi considera ancora la disabilità come un limite e non come una nuova opportunità di vita". La senatrice - spiega - si batte da anni contro gli alti costi delle protesi per le persone diversamente abili e afferma come siano un lusso che soltanto pochi possono sempre permettersi. "Ecco che allora - continua Versace -  come nel caso di Federica, devono intervenire privati e associazioni per poter coprire gli alti costi di realizzazione. Ho partecipato a questa raccolta fondi con enorme piacere e sono felice di vedere che anche Confidustria, Agos e la Fondazione del Gruppo Arena abbiano preso a cuore la storia di questa ragazza"

Federica Aiello usa la mano bionica

Federica Aiello, ovviaente felicissima per la sua nuova mano, commenta: "Oggi si realizza per me un sogno davvero importante e ringrazio di cuore Rosario Gagliano e Giusy Versace per questa splendida opportunità". Si augura - continua - che la sua storia diventi fonte di ispirazione per i più piccoli, in modo da trasmettere loro il concetto di inclusione a cui ha fatto riferimento anche Giusy Versace, augurandosi che in futuro lo Stato permetta a tutti di non ricorrere a privati o associazioni per risolvere disabilità come quella che l'hanno afflitta. "Questa mano - conclude - non servirà solo a prendere oggetti, per me rappresenta una grande occasione d’inclusione"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pitbull le staccò il braccio: la nuova vita di Federica con la mano bionica donata da Giusy Versace

Today è in caricamento