Mercoledì, 12 Maggio 2021
Famiglia numerosa / Georgia

A 23 anni non le bastano 11 figli; ne vuole “a dozzine” con la maternità surrogata

Christina afferma che "non so quanti figli saranno alla fine, ma di certo non abbiamo intenzione di fermarci a 10"

La foto dal profilo Instagram della mamma, @batumi_mama

Una giovane mamma che ha già 11 bambini spera di averne ancora “a dozzine” ricorrendo alla maternità surrogata, altrimenti conosciuta come utero in affitto.

Christina Ozturk, 23 anni, vive con il marito Galip Ozturk, ricchissimo proprietario di hotel, nella città costiera di Batumi, nell'ex repubblica sovietica della Georgia, dove la maternità surrogata è legale.

E dopo 10 bambini, oltre ad uno che la giovane ha dato alla luce naturalmente, i due genitori non hanno intenzione di fermarsi.

La coppia, molto attiva sui social, ha manifestato il desiderio di avere almeno 105 figli, anche se in seguito ha dovuto ammettere che - quantomeno per il numero - si trattava di uno scherzo, così riporta il Mirror.

Tutte le potenziali candidate a portare avanti una gravidanza per conto della coppia si devono sottoporre a severi check medici e devono accettare precise pattuizioni legali prima di rimanere incinte di embrioni generati geneticamente da Christina e da suo marito.

La giovane mamma, originaria di Mosca, in Russia, era una madre single all’epoca in cui decise di fare una vacanza a Batumi, città balneare famosa per le sue attrattive di lusso e conosciuta anche come la "Las Vegas del Mar Nero".

E qui ha incontrato Galip, nei cui confronti è stato amore a prima vista, al punto che lei lo ha descritto come suo "mentore, guida e principe azzurro allo stesso tempo". Ed anche per lui, 56 anni molto ben portati, è stato un colpo di fulmine. "È così piacevole stare con lei, ha sempre un sorriso sulle labbra e allo stesso tempo è timida e misteriosa. Era la moglie che ho sempre desiderato, ha detto, un diamante grezzo con un cuore puro e gentile".

E così dopo l'incontro Christina e si è trasferita a Batumi con la sua piccola figlia Vika.

Nonostante Galip avesse molti anni in più, lei non aveva problemi a metter su una famiglia numerosa, nonostante lui avesse già dei figli adulti. Già, ma avere un sacco di figli significa aspettare anni oltre che andare incontro, per la giovane donna, ad un impegno fisico non trascurabile.

E così hanno deciso di ricorrere a delle “mamme in affitto” che per la modica spesa di circa 8.000 euro ciascuna avrebbero consentito di risolvere il problema.

Difatti al momento la coppia ha già ben 10 figli nati da maternità surrogate: Olivia, l’ultima nata, è arrivata alla fine del mese scorso.

Ma secondo le intenzioni della coppia questo è solo l’inizio: Christina afferma che "non so quanti figli saranno alla fine, ma di certo non abbiamo intenzione di fermarci a 10."

Pur ammettendo che crescere una famiglia numerosa è più difficile di quanto pensasse, ha detto che all'inizio aveva programmato di avere un bambino ogni anno prima di conoscere la maternità surrogata.

Una clinica si occupa delle madri “in affitto”; Christina e Galip si tengono informati sulla loro salute e stabiliscono un piano alimentare da seguire durante la gravidanza.

La coppia sceglie solo giovani donne che hanno già avuto almeno un figlio e che siano in ottima salute.

Christina ha detto che forse la gente pensa che lei abbia un esercito di tate mentre se la spassa, mentre in realtà trascorre tutto il giorno con i suoi figli.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 23 anni non le bastano 11 figli; ne vuole “a dozzine” con la maternità surrogata

Today è in caricamento