rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
La regola / Stati Uniti d'America

Perché in molti meme c'è scritto "be like" ("essere come") con il verbo all'infinito?

Perché non si coniuga il verbo essere in questo caso? C'è una spiegazione

Gli appassionati di meme avranno notato che molto spesso alcune delle scritte più divertenti e virali sono riportate con "be like" (tradotto letteralmente, "essere come"). L'ultimo esempio è il caso di "evil be like" di cui abbiamo parlato pochi giorni fa. Chi frequenta le pagine Facebook di meme italiani, ha visto spesso questa forma tradotta lasciando il verbo all'infinito anche nella nostra lingua, ovvero "essere come".

Prendendo sempre il caso di "evil be like", che distorce in negativo le frasi dei personaggi famosi con effetti spesso esilaranti, la versione di Martin Luther King era "Evil MLK be like", ovvero "Il malvagio MLK essere come". Ma anche per quanto riguarda altri meme, la versione è spesso "people be like" (le persone essere come), "monday be like" (lunedì essere come) eccetera. Ma perchè, sia nei meme inglesi e conseguentemente nelle traduzioni italiane, il verbo viene lasciato all'infinito? Perché scrivere be anzichè is o are, rendendo le frasi più corrette, del tipo "il malvagio MLK è come" o "le persone sono come"?

C'è una spiegazione, come viene scritto sul portale English Language & Usage: mettere l'infinito "be" anziché coniugarlo è una forma estremamente colloquiale spesso usata nell'African-American Vernacular English (Aave) una tipologia di inglese informale propria della comunità afroamericana. "Con peculiari caratteristiche grammaticali, lessicali e di accento - si legge su Wikipedia - Aave è utilizzato dagli americani di colore in un contesto informale. Quando si passa al registro formale, chi parla passa a un inglese più standard sia dal punto di vista della grammatica sia del vocabolario". Spesso l'Aave contiene un gran numero di regole grammaticali e fonetiche proprie dei dialetti rurali degli Stati Uniti del sud, caratteristica ovviamente dovuta allo sviluppo storico di quelle regioni, anticamente connesso alla schiavitù delle popolazioni importate dall'Africa. 

Stando alle spiegazioni fornite su English Language & Usage, la forma del "be like" dall'Aave si è diffusa molto a partire dagli anni '50-'60 del' '900, arrivando negli ultimi anni a far parte del linguaggio abituale dei giovanissimi, diffondendosi ovunque (particolaremente nel dialetto Valspeak parlato in California). Il "be like" è diventato un ottimo alleato per i meme perché spesso intende una caratteristica abituale e generica di un certo tipo di persone. Se - come spiega un utente - "women are shopping" significa che "le donne stanno attualmente facendo shopping", "women be shopping" significa che le donne abitualmente fanno shopping. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché in molti meme c'è scritto "be like" ("essere come") con il verbo all'infinito?

Today è in caricamento