rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Storie Regno Unito

Matrimonio rimandato per la guerra: coppia di ucraini si sposa tra le foto dei familiari

La storia di Mariia Bilyk e Vitalij Melynik, due giovani ucraini che hanno dovuto rimandare le loro nozze a causa dell'invasione russa. La coppia è riuscita a realizzare il sogno d'amore in Inghilterra, ma la maggior parte dei familiari non è riuscita a lasciare l'Ucraina

La guerra aveva rovinato i loro piani d'amore, ma loro non si sono dati per vinti e sono riusciti a convolare a nozze nel Paese che li ha accolti, anche se privi della calorosa presenza delle loro famiglie. Mariia Bilyk e Vitalij Melynik, due ucraini di 23 anni e 27 anni, fuggiti nel Regno Unito dopo l'inizio dell'invasione russa, si sono sposati nel Buckinghamshire, in Inghilterra, circondati dalle foto di familiari e amici che non hanno potuto partecipare alla cerimonia proprio a causa del conflitto in corso.

Le nozze erano previste per il giugno scorso in Ucraina, ma l'attacco iniziato da Putin lo scorso 24 febbraio ha stravolto tutto: la 23enne, che lavorava come insegnante in una scuola elementare di Lviv, è riuscita a scappare poco dopo l'inizio del conflitto, raggiungendo Vitalij, che da sei anni vive a Londra.

A febbraio il 27enne doveva recarsi in Ucraina insieme alla madre per conoscere la famiglia della sua futura moglie e organizzare il matrimonio. Il giorno prima della loro partenza ha avuto inizio l'attacco della Russia, costringendo i due ad annullare il viaggio e a cercare il modo per trarre in salvo Mariia: "Non credevo che ci sarebbe stata una guerra, nessuno ci credeva, invece è iniziata. È stato molto difficile". Un viaggio non semplice, come raccontato ai media britannici dalla ragazza, che ha iniziato a lavorare come donna delle pulizie a casa di Hamish Shephard, fondatore di Bridebook, una delle principali app per la pianificazione di matrimoni: "È stato incredibile, nel giro di due settimane era tutto pronto".

Un altro scatto delle nozze di Mariia Bilyk e Vitalij Melynik pubblicato sulla pagina Facebook di Bridebook

Come mostrano le foto pubblicate sui social da Bridebook, alla cerimonia hanno potuto partecipare soltanto le madri degli sposi, mentre i due papà e la maggior parte degli altri familiari non sono riusciti a lasciare l'Ucraina. In una situazione a metà tra romanticismo e nostalgia, le sedie vuote sono state occupate con le immagini di chi quel giorno non poteva esserci con il corpo, ma che sicuramente c'è stato con il cuore. Hai pochi invitati presenti i due sposi non hanno chiesto regali particolari, ma piuttosto di fare una donazione alla Croce Rossa in Ucraina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimonio rimandato per la guerra: coppia di ucraini si sposa tra le foto dei familiari

Today è in caricamento