rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
La provocazione / Nuoro

Manca il medico e il sindaco ordina: "A Natale non abbuffatevi e non state male"

L'ordinanza-provocazione del primo cittadino di Ussassai contro la chiusura della guardia medica nel periodo festivo

Vietato mangiare troppo e stare male. Non sono i consigli di una mamma, ma le indicazioni date ai suoi concittadini dal sindaco della cittadina sarda di Ussassai. Francesco Usai ha postato il testo dell'ordinanza su Facebook. Un gesto provocatorio (non c'è il numero di protocollo) che nasce come risposta alla chiusura della guardia medica nel periodo festivo. Così lui invita tutti a non mettere in pratica comportamenti rischiosi per la salute, a cominciare dal cibo.  

Una raccomandazione che ricorda quanto sta accadendo a chilometri di distanza: a Londra. Qui lo sciopero del personale sanitario, ambulanze incluse, ha paralizzato la città. Stephen Powis, direttore medico del Servizio sanitario nazionale inglese, ha chiesto alle persone di evitare di mettere a dura prova il personale di emergenza "prendendo misure ragionevoli per mantenere sé stessi e gli altri al sicuro" anche "bevendo responsabilmente".

A Ussassai, borgo di 500 abitanti al confine tra l'Ogliastra e la Barbagia di Seulo, la guardia medica di riferimento non sarà operativa nei giorni chiave delle festività: 23, 24, 29 e 31 dicembre. Da qui le indicazioni del sindaco: "Non c'è il medico, state attenti alle libagioni e all'alcol per evitare di stare male. Con decorrenza immediata e fino al ripristino delle condizioni di sicurezza per la salute di tutti gli abitanti di ogni fascia di età, ordine e grado, vige il divieto di eccessivo consumo di cibi, alcolici e qualsiasi altro alimento o bevanda che possano arrecare un benché minimo disturbo o malessere di carattere gastrico in quanto non garantiti i servizi di pronto intervento sanitario. L'unica soluzione che si potrebbe trovare - conclude Usai - è spostare una guardia medica dai grandi centri come Cagliari o Nuoro e farla venire qui da noi dove esiste l'emergenza". 

L'ordinanza di Ussassai

Un provvedimento simile era stato adottato a gennaio a Ferriere, piccolo centro in provincia di Piacenza. Il sindaco Carlotta Opizzi aveva firmato un'ordinanza con la quale ordinava ai cittadini "di porre in essere ogni attenzione al fine di evitare di avere necessità del medico nei giorni prefestivi e festivi e dalle 20 alle 8 nei giorni feriali". Era anche in quel caso la provocatoria risposta alla decisione dell'Ausl provinciale di togliere la guardia medica nel piccolo centro e il quello vicino costringendo i residenti in caso di necessità, a spostarsi.

Tutte le notizie su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manca il medico e il sindaco ordina: "A Natale non abbuffatevi e non state male"

Today è in caricamento