rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Scappatelle / Italia

A ottobre boom di tradimenti: "Il merito è anche del vaccino"

L'analisi di un portale online dedicato agli incontri clandestini: "Le persone vaccinate si sentono più sicure a incontrarsi"

Ottobre sembra essere il mese dell'anno in cui molte persone si concedono una scappatella e tradiscono il proprio partner, ma quest'anno sembra esserci stato un vero e proprio 'boom' di tradimenti, complice anche il vaccino che fa sentire più sicuri a incontrare persone nuove: a riferirlo, il sito incontri-extraconiugali.com, in una nota.

Insomma, pare proprio che ogni anno il momento clou sia proprio ad ottobre, con la ripresa della “normalità” dopo le vacanze ed i bambini che tornano a scuola. Ma quest'anno, in più, c'è stata la sicurezza offerta dall’avanzare della campagna vaccinale. È stata questa la molla principale della ripresa, non solo economica, ma anche degli "incontri clandestini".

"La scappatella con i colleghi è un’esperienza sempre molto rischiosa: le persone tendono a preferire dunque una scappatella online, più sicura sotto ogni punto di vista" commenta tuttavia Alex Fantini, ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com, portale in cui gli iscritti cercano avventure in totale anonimato.

Gli analisti del sito hanno tra l'altro potuto osservare una strana correlazione: nelle regioni dove la propensione a tradire è maggiore anche la percentuale della popolazione vaccinata è più alta.

Sul podio Emilia-Romagna, Lombardia e Lazio, dove il portale fondato da Alex Fantini ha registrato una propensione al tradimento pari rispettivamente a 76/100, 74/100 e 73/100 a fronte di una percentuale di dosi somministrate pari rispettivamente all’89,3%, 87,6% e 81,4% delle dosi totali.

Seguono nella top-10 di Incontri-ExtraConiugali.com: Toscana (72/100 di propensione a tradire a fronte dell’89,8% di dosi somministrate rilevate al 7 ottobre 2021 da Il Sole 24 Ore), Sardegna (69/100 a fronte dell’88,1%), Umbria (68/100 a fronte del 87,4%), Veneto (65/100 a fronte del 85,8%), Piemonte (63/100 a fronte del 85,7%), Liguria (62/100 a fronte dell’85,7%) e Campania (60/100 a fronte del 85,5%).

La Lombardia all’87,6% è poi un caso particolarissimo: è stata la prima regione in Italia a toccare —già dallo scorso 14 settembre— la quota indicata dal commissario straordinario per l’emergenza, generale Francesco Paolo Figliuolo, superando l’82% delle persone over-12 vaccinate. Ma a trainare la campagna vaccinale lombarda sono stati i più giovani.

"Ed è proprio grazie al vaccino che chi si iscrive ai siti di incontri online si sente più sicuro di incontrare la persona conosciuta sul web, scambiando preventivamente informazioni sul fatto di essersi vaccinati" puntualizza Alex Fantini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A ottobre boom di tradimenti: "Il merito è anche del vaccino"

Today è in caricamento