rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Follie / Stati Uniti d'America

In aereo con perizoma rosso al posto della mascherina: "Bocca e naso sono coperti". Cacciato prima del decollo

Scene di ordinaria follia a Fort Lauderdale, in Florida: voleva dimostrare "l'assurdità di costringere i passeggeri a indossare mascherine sugli aerei mentre si permette loro di rimuoverle per mangiare e bere"

Scene di ordinaria follia a Fort Lauderdale, in Florida. Un uomo di 38 anni è salito in aereo con un perizoma in viso al posto della mascherina, in segno di protesta, a suo dire, contro le misure obbligatorie di contenimento della pandemia di Covid-19, da lui ritenute "assurde".

E' finita male. Gli assistemti di volo dopo una discussione con l'uomo lo hanno fatto scendere dall'aeromobile. I fatti risalgono al 15 dicembre scorso su un velivolo prossimo al decollo dallo scalo nel sudest degli Usa  e diretto a Washington. 

Il protagonista, tale A.J., diceva di rispettare alla lettera l’obbligo di indossare la mascherina prescritto dalla compagnia aerea, che impone testualmente di "coprire bocca e naso". In un'intervista al canale di notizie locale NBC2, ha detto loro che voleva far capire alla gente "l'assurdità di costringere i passeggeri a indossare mascherine sugli aerei mentre si permette loro di rimuoverle per mangiare e bere durante il volo".

Il personale di bordo ovviamente non ha potuto dar ragione al passeggero, costringendolo a scendere dall’aereo qualche minuto prima del decollo. United Airlines ha lodato il comportamento dell'equipaggio: "Il passeggero non ha chiaramente rispettato il requisito della mascherina imposto dalle autorità federali".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In aereo con perizoma rosso al posto della mascherina: "Bocca e naso sono coperti". Cacciato prima del decollo

Today è in caricamento