rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
L'operazione / Regno Unito

Polizia fa irruzione in una galleria d'arte per una donna svenuta, ma è un manichino

Il manichino salvato si chiama Kristina

C'è una donna col capo poggiato su un tavolo, in apparenza priva di sensi, dentro una galleria d'arte. Arriva la polizia che sfonda le porte e fa irruzione per salvarla. Ma poi la rivelazione: la donna non è altro che un manichino, fatto di nastro adesivo e gommapiuma. La persona che la polizia voleva salvare era parte di un'installazione artistica intitolata Kristina in mostra alla galleria londinese Laz Emporium.

L'opera è stata commissionata da Steve Lazarides, ex agente di Banksy. È stato lui stesso a spiegare quanto successo la sera del 25 novembre: "Hannah, che quel giorno stava lavorando nella galleria, aveva appena chiuso a chiave ed era salita di sopra per prepararsi una tazza di tè. È scesa e ha trovato la porta fuori dai cardini e due agenti confusi". La polizia metropolitana di Londra stava infatti rispondendo a una chiamata d'emergenza su una "persona in pericolo" alla galleria d'arte.

"Gli agenti hanno forzato l'ingresso all'indirizzo della segnalazione, dove hanno scoperto che la persona era in realtà un manichino", ha detto un portavoce della polizia ad Artnet News.

Continua a leggere su Today

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia fa irruzione in una galleria d'arte per una donna svenuta, ma è un manichino

Today è in caricamento