rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Storie Stati Uniti d'America

Toglie la porta della stanza del figlio per controllarlo "fino a quando avrà 18 anni"

La madre però non è d'accordo con la scelta del padre, e ha fatto rimettere la porta: "Un po' di libertà non ha mai fatto male a nessuno, ma ora mio marito è arrabbiato e non vuole neanche più dormire con me"

È giusto che un genitore, finchè i figli sono piccoli, possa entrare nella loro stanza quando vuole per controllare che tutto vada bene. Quando però i bambini crescono ed entrano nell'adolescenza è normale volere un po' di privacy, ma comunque molto fa l'educazione che ricevono in casa: più il legame con i genitori sarà trasparente e sincero, e meno i figli sentiranno il bisogno di chiudere la porta della loro stanza per ore e ore.

In questa storia, però, a esagerare è decisamente il padre di un ragazzino di 14 anni: l'uomo, in totale disaccordo con la moglie, ha addirittura tolto la porta della sua cameretta. Insomma, nemmeno un secondo di privacy per l'adolescente fino a quando avrà 18 anni.

A raccontare l'episodio, su Reddit, è la moglie dell'uomo che chiede consiglio. "Mio marito - racconta lei sul web - crede che fino ai 18 anni, finché è sotto la nostra custodia, nostro figlio non debba chiudere la porta della sua camera. È una delle cose che ha messo a dura prova la nostra relazione di recente, perché penso che comunque un teenager debba avere qualche libertà, magari non completamente fuori dalla nostra vista, ma almeno la porta della camera. Eppure mio marito ha continuato a insistere per non lasciargli alcuna privacy, quando sollevavo l'argomento della porta mi diceva che lui è cresciuto così, e che crede che questo potrà fare di lui un uomo. Adesso sono in arrivo sia il compleanno di mio figlio sia Natale, e ho deciso che dovrebbe davvero riavere la porta della sua camera. Dunque, mentre mio marito era via per lavoro, sono andata a comprare una nuova porta e l'ho installata. Quando mio figlio è tornato da scuola e l'ha vista è rimasto deliziato, ma suo padre non l'ha presa bene".

Insomma il marito della donna si è infuriato: "Mi ha detto che non avrei dovuto prendere questa decisione da sola, che ho minato la sua autorità, e adesso rifiuta persino di dormire nello stesso letto con me".

Dopo aver condiviso la sua storia su Reddit, molte persone hanno risposto dicendo che ad avere torto è il marito: "È un maniaco del controllo, fa paura", "Lui ha deciso di togliere la porta anche se tu non eri d'accordo, adesso gli hai fatto vedere come ci si sente a subire la decisione di qualcun altro", "Perchè sei rimasta così a lungo con un uomo che tratta vostro figlio in questo modo?", "Penso che non sia corretto non avere una porta nè alcun diritto alla privacy, è un abuso. Mi dispiace che tuo marito sia cresciuto in questo modo, ma questo non gli dà diritto di comportarsi alla stessa maniera con vostro figlio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toglie la porta della stanza del figlio per controllarlo "fino a quando avrà 18 anni"

Today è in caricamento