rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Per non pagare / Regno Unito

Al pub: "Prima hanno mangiato, poi hanno detto che il cibo non è piaciuto e hanno chiesto di non pagare"

La 'scusa' di un gruppo di persone che sono uscite dal pub senza pagare un centesimo. Eppure si sono lamentate solo alla fine

Prima hanno mangiato tutto, o quasi. Poi - solo in un secondo momento - si sono lamentati per il fatto che il cibo non era stato di loro gradimento, chiedendo di non pagare.

È successo a Hayfield, poco lontano da Manchester, nel Regno Unito. Il Manchester Evening News riporta che il pub "The Pack Horse" è stato visitato da un gruppo di amici che hanno ordinato alcuni piatti, mangiandoli dapprima senza alcuna lamentela. Nemmeno quando lo staff si è avvicinato al tavolo per chiedere se andava tutto bene.

È stato solo dopo che, a quanto pare, i clienti si sono lamentati chiedendo un nuovo piatto gratis o, in alternativa, di andarsene senza pagare. La richiesta di un nuovo piatto gratuito è stata respinta poiché, se si fossero davvero trovati male, avrebbero dovuto dirlo molto prima. Così, alla fine, gli amici si sono alzati e se ne sono andati senza sborsare un penny, continuando a dire che non erano intenzionati a pagare perché il cibo non era buono. Il proprietario (e anche chef) Luke Payne ha detto che un membro di questo gruppo gli ha pure fatto l'occhiolino prima di uscire: insomma, a quanto pare, oltre il danno, la beffa. "È stato altamente frustrante per me e per il mio staff - ha poi confidato ai media - hanno iniziato la cena senza lamentele, e quando avevano mangiato ormai quasi tutto una signora ci ha portato il suo piatto praticamente ormai vuoto, dicendo che non le era piaciuto, non era quello che si aspettava, chiedendo di averne un altro gratis. Ho detto di no, perché ormai aveva mangiato la maggior parte della portata, e non possiamo regalare cibo quando si tratta esclusivamente di gusti personali. Non è così che funziona".

Luke ha chiesto poi a tutti i clienti, quella sera, ma nessuno ha trovato nulla da ridire sulla qualità o sulla modalità di preparazione del cibo.

Quando il gruppo ha minacciato di non pagare il conto, Luke ha risposto che non era accettabile, che avevano mangiato gran parte del cibo, rimanendo in silenzio anche quando lo staff era passato a chiedere se andava tutto bene. "Se avessero detto subito che qualcosa non andava bene avremmo immediatamente fatto le nostre verifiche in cucina. Non è nel nostro interesse lasciare i clienti insoddisfatti, il nostro lavoro consiste nel far passare una bella serata alla gente. Il 99 per cento delle persone che vengono qui si trova bene. Ci mettiamo tanto amore e passione, dunque ogni commento dei clienti viene preso molto seriamente. Facciamo sempre del nostro meglio se qualcosa va storto, cercando di trovare subito una soluzione, e se facciamo un errore lo ammettiamo e rimediamo. Dunque fa male quando la gente si comporta in questo modo con noi".

E ancora: "Ho notato che c'è stato un punto, durante la pandemia, in cui tutti cercavano di abbassare i toni, ricordandosi di essere sempre gentili. Ma nelle ultime settimane c'è stata un'inversione di tendenza, ci sono persone più stressate e maleducate, so che sono tempi duri per un sacco di gente, ma non ci vuole molto per essere educati. È stata una grande opportunità per migliorarci, ma penso che molta gente sia tornata alle cattive abitudini di prima".

In ogni caso, gli affari al Pack Horse, uno dei pub più famosi della zona, inserito anche nella guida "Estrella Dam Gastropubs", vanno a gonfie vele: "Siamo così grati alle persone per tutto l'affetto che ci stanno dando - conclude il proprietario -. Siamo praticamente al completo ogni weekend".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al pub: "Prima hanno mangiato, poi hanno detto che il cibo non è piaciuto e hanno chiesto di non pagare"

Today è in caricamento