rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
La beffa / Monza e della Brianza

Pensionato ripara da solo una buca nell'asfalto: multato e costretto a riaprirla

Aveva chiuso a proprie spese uno squarcio in strada: si è visto notificare una sanzione da oltre 800 euro

"Chi fa da sé, fa per tre" ha pensato e così un arzillo pensionato ha deciso di riparare da solo una buca che si era aperta in strada. Il suo impegno è stato riconosciuto dal Comune, che gli ha inviato a casa una multa. È quanto capitato a un 72enne di Barlassina, in provincia di Monza e della Brianza, che raccontato la sua disavventura in un gruppo Facebook. 

Visto che il Comune non interveniva, Claudio Trenta ha comprato tutto il necessario e ha riparato da solo lo squarcio aperto lungo l'attraversamento pedonale di viale Trieste. Pensava di avere fatto qualcosa di buono e invece si è visto arrivare una notifica di violazione del Codice della strada perché ha agito "senza la preventiva autorizzazione della competente autorità". Che significa? Che deve pagare una multa e rimuovere il bitume versato. Un "grazie" da 882 euro, che scende a 662 se paga entro 5 giorni dalla notifica. L'anziano però annuncia battaglia e pensa di agire a sua volta contro l'Amministrazione che non avrebbe riparato la buca nonostante le segnalazioni di pericolo.

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionato ripara da solo una buca nell'asfalto: multato e costretto a riaprirla

Today è in caricamento