Giovedì, 13 Maggio 2021
Stili di vita / Stati Uniti d'America

La risparmiatrice estrema che per vivere a New York rinuncia anche alla carta igienica

Con un budget di soli 200 dollari al mese per le spese di mantenimento, Kate deve trovare il modo di riutilizzare tutto ciò che può

Kate Hashimoto vive a New York e ha trovato un modo per vivere senza spendere quasi nulla in cose che non siano strettamente necessarie.

Parlando a Extreme Cheapskates, una serie televisiva di TLC ideata sulle storie di risparmiatori estremi che usano metodi davvero bizzarri per mettere da parte qualche centesimo, ha raccontato: “Vivo a New York da tre anni, e nonostante sia la città più costosa in cui vivere, ho trovato il modo di arrangiarmi. Cerco in tutti i modi di non spender soldi e, se proprio devo, mi ingegno per 'sforare' il meno possibile."

Con un budget di soli 200 dollari al mese per le spese di mantenimento, Kate deve trovare il modo di riutilizzare tutto ciò che può per far si che questa minuscola somma le consenta di sbarcare il lunario.

"Ad esempio – spiega al Sun – se mi sto asciugando le mani in un bagno pubblico, dopo essermele lavate, conservo le salviette di carta e così le posso riutilizzare”.

Kate non ha mai speso nulla nemmeno per i mobili, e anziché andare all’Ikea, si procura la sua roba dai cassonetti e dalla strada.

Dice: "Ho arredato la mia casa raccogliendo per strada i mobili che qualcuno aveva buttato via prima che fossero raccolti dal servizio di nettezza urbana. In questo modo, solo per i mobili, ho risparmiato almeno qualche migliaio di dollari.”

È certamente vero che nelle grandi città, in modo particolare laddove un certo tenore di vita lo consente, spesso vengono gettate alle ortiche un sacco di cose ancora in buono stato. Ma è anche vero che far la raccolta tra i cassonetti magari non è l’esercizio più entusiasmante che ci sia.

Il suo letto è composto da vecchi materassini da yoga che ha sovrapposto per fare un materasso e usa le riviste come tavolo da pranzo.

Non volendo sprecare soldi per l’energia elettrica, Kate evita di cucinare; di conseguenza usa la lavastoviglie e il forno come armadietti per riporre le cose più disparate e tenere in ordine il suo appartamento.

E nonostante New York sia una delle capitali mondiali della moda, Kate - coerentemente - non ha nessun interesse a stare al passo con le ultime tendenze.

"Non compro vestiti da otto anni", spiega, "L'ultima volta che ho comprato biancheria intima era il 1998".

E per quanto riguarda il bucato? Niente paura, c’è sempre la doccia. Infatti la super parsimoniosa Kate ha dichiarato di non fare il bucato ormai da tre anni e che per il lavaggio dei suoi abiti basta una bella doccia. Quello che non ha chiarito è se per caso, già che c’è, fa la doccia vestita in modo da risparmiare anche tempo. Insomma quando si dice “prendere due piccioni con una fava”.

Ma forse il metodo più anticonvenzionale che Kate ha adottato per risparmiare denaro è di non utilizzare la carta igienica.

"Non uso carta igienica, uso solo acqua e sapone per lavarmi", spiega, nonostante possa fare affidamento sugli asciugamani di carta riciclati.

Ma non è il caso di lasciarsi andare in inutili spechi.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La risparmiatrice estrema che per vivere a New York rinuncia anche alla carta igienica

Today è in caricamento