rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Pedofilia / Russia

Costringe l'amico a scavarsi la tomba dopo aver violentato la figlia

L'uomo è stato condannato a 18 mesi di carcere per aver "incitato" il suo amico al suicidio

Sconvolto per aver scoperto che l'amico abusava sessualmente della figlia di appena 6 anni, ha costretto il pedofilo a scavarsi la tomba e ad uccidersi. E' successo in Russia a Vyacheslav Matrosov, 34 anni, dopo aver scoperto alcuni filmati espliciti degli abusi sessuali sul telefono del suo migliore amico, il 32enne Oleg Sviridov.

Il padre sconvolto ha costretto l'amico a scavarsi la tomba in una foresta nella regione di Samara, poi ha seppellito l'uomo, che secondo gli investigatori si sarebbe tolto la vita dopo una colluttazione. Sul suo corpo sono state trovate ferite da coltello. Matrosov è stato condannato a 18 mesi di carcere per aver "incitato" il suo amico al suicidio. Se fosse stato condannato per omicidio, come inizialmente avvenuto, avrebbe rischiato 15 anni di carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costringe l'amico a scavarsi la tomba dopo aver violentato la figlia

Today è in caricamento