Martedì, 15 Giugno 2021
TikTok / Stati Uniti d'America

Shorts "troppo corti": giovane mamma cacciata dal parco divertimenti tra le lacrime della figlia

Pantaloni troppo corti o polizia troppo severa? Centinaia di commenti di solidarietà sono arrivati sotto il video di questa giovane mamma

Una mamma afferma di essere stata esageratamente redarguita dalla polizia in un parco a tema in Oklahoma, negli Stati Uniti, a causa degli shorts che stava indossando, a quanto pare troppo corti per essere indossati nel parco.

La donna, di nome Bailey Breedlove, si stava godendo una giornata di relax nel parco a tema “Frontier City”, della catena “Six Flags”, con la figlia di 11 anni e il suo partner quando – secondo il racconto del Mirror – la bambina è stata sgridata dalla sorveglianza interna perché stava “pattinando” con le sue scarpette-skate sul viale accanto a lei.

Ma l’ultrazelante agente nota anche gli shorts della mamma e l’investe - afferrandola per un braccio - con un violento alterco dicendole che i suoi pantaloncini di jeans erano "troppo corti" per essere indossati nel parco. Bailey, che dice di essere autistica, racconta di essersi istintivamente rifugiata accanto al suo ragazzo mentre l’agente le ingiungeva di lasciare il parco se non voleva essere accusata di essere entrata illegalmente. O in alternativa la invitava a procurarsi altri pantaloni.

Non solo, chiede anche rinforzi a un agente di polizia.

La giovane mamma ha pubblicato su TikTok il video dell'incidente, in cui si vede sua figlia piangere mentre gli agenti chiedono di vedere i suoi documenti, nonostante lei abbia promesso di lasciare il parco.

@baileybreedlove970

##policeoftiktok ##sixflags ##frontiercity ##bodyshamingpolice ##trending ##donttellmewhattodo

? original sound - baileybreedlove970

Il video è stato letteralmente inondato di commenti di solidarietà da parte di persone sconcertate dal fatto he un paio di pantaloncini di jeans potessero essere visti come una violazione del codice di abbigliamento del parco. Tra l’altro le foto pubblicate da Bailey sui social non mostrano nulla di sconveniente o di estremamente succinto.

Un follower ha commentato "Il codice di abbigliamento del parco non dice letteralmente nulla sulla lunghezza dei pantaloncini", mentre un altro ha aggiunto: "Questa sembra più una molestia che altro. Dovresti fare causa!"

Il “dress code” pubblicato sul sito del parco stabilisce che “Non sono ammessi indumenti generalmente considerati offensivi. Sono proibiti parolacce, gesti osceni, dichiarazioni oscene, immagini di sostanze illegali, tutti gli articoli o vestiti legati alle bande, costumi o travestimenti che nascondono l'identità e il trucco per adulti” ma non fa menzione di abiti corti o lunghi. Forse, al riguardo, sarebbe sufficiente far ricorso al vecchio buon senso.

In un video di follow-up, Bailey ha detto di essersi lamentata con il parco, chiedendo il rimborso del biglietto dopo l'orribile esperienza, ma pensa di essere stata “bloccata'' dal momento che afferma di non aver avuto risposta.

@baileybreedlove970

Reply to @baileybreedlove970 ##morph

? feeling - Official Sound Studio
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shorts "troppo corti": giovane mamma cacciata dal parco divertimenti tra le lacrime della figlia

Today è in caricamento