Mercoledì, 12 Maggio 2021
Oggettofilia / Russia

Sessualmente attratta dagli oggetti, 24enne sposa la sua valigetta

"Per me, gli oggetti sono davvero migliori delle persone"

Rain Gordon, una ragazza russa di 24 anni, ha conosciuto il suo futuro marito in un negozio di ferramenta cinque anni fa.

Sin qui nulla di strano, magari li ha uniti la passione per il bricolage. Si comincia con un incontro in un negozio, poi un aperitivo e poi non si sa dove si finisce. Ah il destino, come può essere imprevedibile e strano! Ecco, strano è la parola giusta. Sì perchè in effetti – come ha riportato il Mirror - Rain il “marito” se l’è comprato dal ferramenta ed il suo lui ha le sembianze di una bella e solida valigetta metallica che serviva alla ragazza per un servizio fotografico.

La giovane sta condividendo sui social la sua storia per diffondere la conoscenza di ciò che si definisce “oggettofilia” e soprattutto per rimuovere lo stigma che viene attribuito a questa forma di attrazione sessuale. Rain si dichiara romanticamente attratta dagli oggetti, ed il suo desiderio era di sposare la valigetta che per lei è diventata l'amore della sua vita. In realtà ha detto che si è sempre sentita affascinata dagli oggetti, e questo sentimento alla fine è diventato un'autentica attrazione romantica e sessuale.

E alla fine si è davvero sposata con il case che ha chiamato Gideon, nel corso di una cerimonia a giugno di quest'anno, celebrata online da un amico, con tanto di testimoni e fedi nuziali. La 24enne ha raccontato che, sebbene in passato avesse avuto relazioni con uomini (in carne ed ossa, ci sentiamo di precisare), era sempre più attratta dagli oggetti che dalle persone, e più appagata nelle sue relazioni con le cose apparentemente inanimate.

Rain, che lavora come insegnante di scuola materna, racconta che la loro relazione è diventata ufficiale pochi mesi dopo l’incontro in ferramenta nel novembre 2015, e il resto è ormai storia - con la "coppia" che si è sposata a giugno di quest'anno. Ammette Rain, che vive a Mosca, "la mia passione per gli oggetti è iniziata all'età di otto anni. Fin dalla mia infanzia credevo che gli oggetti avessero un'anima così come tutto ciò che ci circonda. Credo nell'animismo, e cioè che ci sia vita in ogni cosa”.

"Durante la mia infanzia e la prima adolescenza - prosegue - mi sono innamorata anche di posti come il nuovo centro commerciale che ha aperto nella mia città. Sapevo che era sbagliato, e al di fuori di ogni regola e così non l'ho detto a nessuno".

Parlando della valigetta, ha detto: "Non mi sarei proprio aspettata che saremmo finiti insieme. Mi piaceva, certo, ma nulla di più. Ma poi ho iniziato a capire che con Gideon c’era qualcosa che andava oltre. Mi sono resa conto che, poco alla volta, mi stavo innamorando. E così è arrivato il primo abbraccio e il primo bacio ed abbiamo iniziato a passare più tempo insieme di sera e di notte”.

Rain ha aggiunto che nonostante nel 2017 avesse iniziato a frequentare un uomo, non riuscì mai a provare gli stessi sentimenti che aveva verso la valigetta e la storia non ebbe seguito. "Non mi sono mai trovata con una persona che potesse oscurare la mia attrazione per Gideon o riempire il mio cuore nello stesso modo in cui ci riusciva lui. L'ho sempre scelto e lo sceglierò sempre. Per me, gli oggetti, anche se non mi piace molto usare questa parola, sono davvero migliori delle persone".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sessualmente attratta dagli oggetti, 24enne sposa la sua valigetta

Today è in caricamento