Mercoledì, 3 Marzo 2021
Il folle progetto / Giappone

Azienda giapponese compra il volto delle persone per fabbricare maschere-cloni

Un'idea inquietante simile al culto del "Dio dai mille volti" del "Trono di Spade"

Foto tratta dal sito del progetto online.kamenyaomote.com/

Venderesti mai la tua faccia? Se la risposta è sì, c'è un'azienda giapponese che potrebbe essere interessata. Se non ti disturba l’idea di incrociare qualcuno per strada che ha esattamente il tuo volto, e magari è pure antipatico, potresti fare un buon business.

Il Maskshop Omote, che si trova a Tokyo nella via dello shopping Kirakira Tachibana vicino al Tokyo Sky Tree, acquista i diritti sui volti delle persone in modo da poterli riprodurre con una fedeltà impressionante sotto forma di maschere stampate in 3D, da rivendere liberamente. E chi ha visto (o letto) "Il trono di spade" non può non pensare al Dio dai Mille Volti e ai suoi discepoli, gli Uomini Senza Volto che 'indossano' le facce dei morti, custodite nella Sala delle Facce della Casa del Bianco e del Nero.

Tornando al mondo reale, quando Kamenya Omoto, produttore e commerciante di maschere con sede a Tokyo, ha annunciato la sua intenzione di acquistare i diritti sui volti delle persone per 40.000 yen (poco più di 300 euro), è stato sopraffatto dalle offerte.

Omoto vuole riprodurre i volti delle persone sotto forma di maschere iperrealistiche e venderle per un importo stimato di circa 600 euro. Se una maschera risulta apprezzata dai clienti, anche la persona il cui aspetto l'ha ispirata guadagnerà una percentuale dei profitti. Il controverso progetto, chiamato "That Face", mira a dare una svolta fantascientifica all'idea di comprare e vendere volti.

In un'epoca in cui la privacy e la attenzione ai propri dati personali sembrano più importanti che mai, l’idea di trarre profitto vendendo i diritti sulla propria identità fisica può apparire alquanto inconsueta, ma a giudicare dalla risposta che Kamenya Omoto ha ottenuto nell'ultimo mese, è un’idea che sta diventando alquanto popolare. Dopo aver annunciato l'intenzione di acquistare i diritti sui volti delle persone per la loro iniziativa That Face, Kamenya Omoto è stato sommerso da offerte e domande sul progetto. Anche se il programma è limitato a Tokyo, l'interesse è stato così grande che l'azienda ha deciso di scegliere i volti attraverso una lotteria.

Chiunque abbia più di 20 anni e risieda a Tokyo può fare domanda per vendere il proprio volto, ma l'azienda chiarisce che coloro che sono stati scelti non sono autorizzati a rivelare la propria identità. Il produttore della maschera si impegna inoltre da parte sua a non divulgare alcuna informazione personale relativa ai “venditori di faccia” a nessuno al difuori del personale coinvolto nel processo di creazione della maschera.

I clienti interessati a indossare il viso di qualcun altro come maschera possono attualmente preordinarne uno basato (al costo di circa 615 euro) sul volto di un non meglio identificato signor Anokao, descritto sommariamente come trentenne residente a Tokyo.

"Compreremo e venderemo il tuo volto", si legge nel sito web di Kamenya Omoto “Una storia di fantascienza è ora diventata realtà. Nessuno sa ancora cosa accadrà in un mondo pieno delle tue stesse facce".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azienda giapponese compra il volto delle persone per fabbricare maschere-cloni

Today è in caricamento