Giovedì, 4 Marzo 2021
Celebrazioni / Giappone

In Giappone un incendio rituale brucia ogni anno un'intera collina

Un festival unico e impressionante chiamato Wakakusa Yamayaki ("Wakakusa Burning Mountain")

L’ultimo sabato del mese di gennaio, l'erba secca del Monte Wakakusa viene incendiata in occasione di un festival unico e impressionante chiamato Wakakusa Yamayaki ("Wakakusa Burning Mountain").

Nessuno sa esattamente come sia iniziata la tradizione di bruciare un'intera collina alta 342 metri nella prefettura di Nara in Giappone, ma una cosa è certa: esiste da centinaia di anni. Secondo alcuni l’origine di questo tradizionale incendio va ricondotta ad una leggendaria disputa di confine tra i due più grandi templi di Nara, T?dai-ji e K?fuku-ji, durante il XVIII secolo. Quando tutti i tentativi di comporre pacificamente la disputa si rivelarono vani, l'intera collina - al centro della contesa - fu data alle fiamme, anche se la leggenda non chiarisce se ciò abbia risolto la questione. Un'altra teoria sostiene che l'incendio annuale sia nato come un modo per allontanare orsi e cinghiali dalla città. Oggi è solo uno spettacolo impressionante che attira turisti da tutto il mondo.

Le celebrazioni del Wakakusa Yamayaki - come spiegano diverse guide e blog di viaggio - iniziano a metà giornata, con il lancio di grandi cracker di riso (sembei) preparati come cibo per i cerbiatti che popolano la città. Alle 17 inizia la processione che è destinata a concludersi con l’incendio del monte Wakakusa. Il corteo parte dal santuario di Kasuga Taisha, e i partecipanti, che portano con sé le torce del “fuoco sacro”, attraversano il Nara-koen per giungere, una mezz’ora più tardi, ai piedi della collina, dove viene acceso un grande falò. Dopo uno spettacolo pirotecnico di 15 minuti, le torce vengono accese dal falò e l'erba secca viene data alle fiamme.

A seconda delle condizioni dell'erba sul monte Wakakusa, possono essere necessari da 30 minuti a un'ora perché l'intera area bruci. In condizioni di bagnato, l'erba brucia lentamente e solo in alcune zone, mentre quando è asciutta, la fiamma copre tutto molto velocemente.

Il fuoco brucia su un'area talmente vasta da illuminare il cielo con bagliori che possono essere visti a distanza di miglia. Centinaia di spettatori si radunano alla base del Monte Wakakusa, ma altre migliaia guardano l'incendio dalla città di Nara, così come da altri punti panoramici della zona.

Una serie di barriere impedisce alla folla di avvicinarsi alle fiamme e centinaia di vigili del fuoco volontari sono presenti per evitare che l’incendio si possa propagare in modo incontrollato.

Per usare un eufemismo possiamo dire che non si tratta di una celebrazione molto rispettosa dell’ambiente, ma il festival Wakakusa Yamayaki ha un posto speciale nel cuore della gente di Nara. E in Giappone, come sappiamo, sono molto gelosi delle loro tradizioni per cui sembra molto difficile (alla faccia del risparmio di Co2) che possano rinunciare a questa festa secolare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Giappone un incendio rituale brucia ogni anno un'intera collina

Today è in caricamento