Arrestato il pappagallo che faceva da palo allo spacciatore

"Polizia, polizia": era stato addestrato ad avvisare dell'arrivo delle forze dell'ordine. Insieme al proprietario -uno spacciatore di Teresina, città nello Stato brasiliano del Piauí- la polizia ha preso in custodia anche il suo fidato "compagno di lavoro"

Il pappagallo arrestato, screen shot da video Youtube/Programas Meio Norte

Tra gli arrestati di un'operazione di polizia contro i trafficanti di crack è finito letteralmente in gabbia anche un pappagallo che era stato addestrato dal suo proprietario a fare da "palo" per avvisare gli spacciatori dell'arrivo delle forze dell'ordine. Uno misura che non è bastata a fermare l'incursione, almeno secondo quanto riportato dalla stampa brasiliana. La notizia, riportata anche dal WashingtonPost ha letteralmente fatto il giro della Rete.

Il pappagallo è stato sequestrato dalla polizia in un covo gestito da una coppia a Vila Irmã Dulce, comunità di Teresina nello Stato brasiliano del Piauí. Al pappagallo era stato insegnato ad allertare i criminali urlando: "Mamma, la polizia!" in caso di incursioni delle forze dell'ordine.

Un giornalista brasiliano che si è trovato faccia a faccia con il pappagallo arrestato lo ha descritto come una creatura "super-obbediente", anche se aveva mantenuto il becco ben chiuso dopo essere stato preso in custodia. "Finora non ha emesso alcun suono ... completamente silenzioso", ha detto il giornalista.

La tv brasiliana ha soprannominato il pappagallo il "papagaio do tráfico" (pappagallo del traffico di droga) ed ora è stato consegnato ad uno zoo locale dove alcuni istruttori gli insegneranno a volare per poterlo poi liberare. 

Non è la prima volta che i cartelli della droga utilizzano animali. A Rio de Janeiro la polizia aveva sequestrato due piccoli alligatori accusando i proprietari di utilizzari per far sparire i corpi dei nemici durante le ostilità tra le gang di una locale favela. 

L'intelligenza del pappagallo. guarda cosa è in grado di fare 

Ma succede solo in Brasile? Certo che no: anche a Enna a Piazza Armerina nel gennaio scorso gli agenti della polizia di Stato si erano trovati alle prese con una insolita "vedetta". Ma è stata proprio l'agitazione del volatile -anche in questo caso un pappagallo- ad insospettire gli agenti.

Leggi anche
Un uomo è stato ucciso da un uccello: "È il più pericoloso del mondo" 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Il marito di Mara Venier dopo le accuse: "Il successo dà fastidio, prenderemo decisioni"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 25 febbraio 2020

  • Patrizia Mirigliani: "Ho denunciato mio figlio, non avevo scelta"

Torna su
Today è in caricamento