Sabato, 23 Gennaio 2021
Stati Uniti d'America

Il ristoratore che durante la pandemia vola per salvare i cani maltrattati

È diventata virale la storia dell'uomo che, con un vecchio aereo, vola per portare i cani maltrattati verso una nuova vita

Credits: Fb@Eduard Seitan

È una bella storia quella di Eduard Seitan, ristoratore che vive negli Stati Uniti, e che in questo periodo di pandemia - in cui purtroppo alcuni locali sono stati chiusi o costretti a fare solo asporto - ha deciso di mettere a disposizione il suo aereo d'epoca... per salvare cani in difficoltà!

Tutto inizia - racconta Today.com - nel 1992, quando Seitan ha cambiato vita, trasferendosi dalla Romania agli Stati Uniti, precisamente Chicago. Aveva 19 anni e non parlava una parola d'inglese. Ha lavorato come operaio per un po', e poi è entrato nel mondo della ristorazione, lavorando per un ristorante italiano. 

Nel corso degli anni ha imparato l'inglese, ha ottenuto alcune promozioni diventando capocameriere, fino a quando un collega gli ha chiesto di aprire un locale insieme. E dunque Seitan è diventato parte di un gruppo che ha aperto negli anni il risotrante stellato Blackbird e altri 10 locali a Chicago.

Insomma, sembrava proprio il sogno americano, poi però è arrivato il coronavirus, e i ristoranti hanno dovuto chiudere il servizio in sala. Seitan e i suoi partner hanno visto due dei loro ristoranti - incluso il Blackbird - chiudere per sempre.

E adesso Seitan, che ha un po' di tempo libero in più, lo sta impiegando nientemeno che... per salvare i cani, con il suo vecchio aereo. "Molte auto d'epoca costano più di questo aereo" ha detto. Seitan collabora con l'associazione Pilots N Paws, una no profit formata da piloti che soccorrono i cani in difficoltà - vittime di maltrattamenti e abbandono - portandoli via dalle situazioni di disagio verso strutture o nuove famiglie in tutti gli Stati Uniti: e lui ha già salvato più di 40 animali. E dai cani che trasporta ha imparato molto, come la resilienza e la calma degli amici a quattro zampe che hanno intuito di avere a che fare con una persona affidabile, e durante il volo riescono a rilassarsi. "A volte i cani sono subito un po' diffidenti quando salgono sull'aereo - spiega - ma poi si calmano e finora si sono comportati tutti molto bene".

Un modo anche per trovare un nuovo scopo e un po' di fiducia nel futuro durante questa pandemia che non molla: "Penso che il volontariato faccia davvero bene all'anima".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ristoratore che durante la pandemia vola per salvare i cani maltrattati

Today è in caricamento