Altro che Cid, viene tamponato da Zidane e chiede un selfie

Una constatazione che più amichevole non si può, quella tra Ignacio Fernández e l'allenatore del Real Madrid. L'uomo coinvolto nell'incidente si è accontentato di uno scatto con il campione francese

Valdeorrés Ignacio Fernández e Zinedine Zidane

Venire tamponati da un'altra auto non è mai piacevole, ma può essere un insolito modo per fare la conoscenza di uno dei propri idoli. E' la storia di Valdeorrés Ignacio Fernández che sabato scorso, mentre si trovava nei pressi della Ciudad Deportiva del Real Madrid, è stato colpito da un altro veicolo. 

Uno spiacevole imprevisto che fortunatamente non comporta nessuna conseguenza fisica, ma solo qualche lieve danno alle due autovetture. Quando però Fernández scende dalla sua macchina davanti si ritrova… Zinedine Zidane. Sì, perché a tamponarlo è stato proprio l'allenatore del Real Madrid. "Gli ho detto: 'avrei preferito conoscerti in altre circostanze, ma va bene così'", ha raccontato l'automobilista a La Voz de Galicia. 

Fernández racconta altri particolari della vicenda: "Quando ho visto che era Zidane mi sono tranquillizzato, almeno sapevo che sicuramente mi avrebbero pagato tutti i danni. Gli ho dato il mio numero di telefono ma come immaginavo lui non mi ha dato il suo, poi gli ho chiesto se potevamo farci un selfie, perché la gente non avrebbe mai creduto che ero stato tamponato da Zidane. Lui è stato gentilissimo e mi ha detto di sì. Si è tolto il cappello e ci siamo fatti una foto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Coronavirus, perché i contagi restano stabili: "Il paradosso del plateau"

  • Coronavirus, Renga: "Nella mia Brescia una tragedia, i nonni non ci sono più"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

Torna su
Today è in caricamento