Sabato, 27 Febbraio 2021
Francia

Ufficialmente dichiarata deceduta da 3 anni, eppure è viva: un'assurda battaglia contro la burocrazia

È viva ma... la burocrazia non le crede: e così non può più utilizzare il conto in banca, non ha più la patente, l'assicurazione, nè documenti validi

In Francia – come scrive l'HuffPost - c’è una signora afflitta da un problema decisamente insolito: è stata ufficialmente dichiarata deceduta e da tre anni cerca di dimostrare di essere viva.

Jeanne Pouchain, 58 anni, racconta di vivere costantemente nell’angoscia e non esce nemmeno più di casa nel timore che le possa succedere qualcosa; purtroppo anche un banale malore potrebbe essere fonte di ulteriori guai, dal momento che lei ufficialmente è passata da tempo all'"altro mondo" e non è in grado di dimostrare ufficialmente la sua identità.

Lo “status” della signora Pouchain ha comportato infatti una serie di conseguenze da incubo: non solo non può più utilizzare il conto bancario che aveva aperto assieme al marito, non ha più una assicurazione sociale, né la patente di guida e nemmeno un valido documento di identità. D’altra parte la burocrazia conosce solo le carte bollate, e queste dicono che lei è defunta. Stop.

Il tutto ha origine da una causa di lavoro intentata contro la signora da un suo ex dipendente e che si è conclusa dopo circa 10 anni nel 2017. In allora il Tribunale di Lione, tra l’altro, la considerò deceduta in considerazione del fatto che nel corso degli anni – come sostenuto dall’ex dipendente - non aveva mai risposto alle convocazioni in giudizio né alla corrispondenza inviatale in merito alla causa.

Tuttavia, il fatto che il tribunale abbia avallato così semplicemente la versione dell'ex dipendente, ha lasciato aperti molti dubbi e la battaglia legale della signora, tutt’ora in corso per farsi giustamente riconoscere in vita, lascia davvero senza parole. Neanche una dichiarazione del suo medico è stata sufficiente contro la sentenza del tribunale, anche se – dato lo scalpore che la vicenda ha suscitato Oltralpe – certamente si arriverà ad una revisione dell’iter giudiziale in coerenza con lo stato dei fatti.

Nel frattempo la signora, residente a Rive-de-Gier, nella regione della Loira, vive in una specie di limbo di cui non riesce a capacitarsi. "Non esisto più", ha dichiarato sconfortata la signora Pouchain. "Non faccio niente... mi siedo in veranda e scrivo. È una situazione a dir poco macabra”.

Ma la signora non si arrende: vuole "ritornare in vita", nel vero senso del termine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ufficialmente dichiarata deceduta da 3 anni, eppure è viva: un'assurda battaglia contro la burocrazia

Today è in caricamento