Dopo il caso di Simon Gautier, boom di download per l’app ‘Where are U’ del 112

A segnalare il trend è l’Areu Lombardia: ieri un picco di quasi 19mila download contro la precedente media giornaliera di 600-800

Il caso della morte di Simon Gautier, il giovane escursionista francese ritrovato morto in Cilento domenica 18 agosto dopo aver lanciato un sos venerdì 9, ha riportato l'attenzione sulle procedure di geolocalizzazione delle chiamate d'emergenza. Nei giorni immediatamente succesivi alla morte di Gautier (e alle polemiche che ne sono seguite circa i tempi di messa in moto della macchina dei soccorsi) si è verificato un boom di registrazioni per l'app 'Where are U' del Numero europeo dell'emergenza 112.

A segnalare la tendenza, una "notizia incoraggiante" a margine del dramma del 27enne, è l'Azienda regionale per l'emergenza-urgenza della Lombardia. "Negli ultimi 2 giorni - riferisce l'Areu - sono aumentati in modo esponenziale i download all'applicazione che localizza con precisione la posizione del chiamante e la invia alla centrale del 112" e "a fronte di una media giornaliera che oscilla tra i 600 e gli 800 download (in agosto la media è in genere più bassa del resto dell'anno)", continua l'azienda regionale, "nei giorni 18 e 19 e 20 agosto i download sono stati rispettivamente 1.511, 12.080 e 18.966 e il trend sta continuando così".

Il dato di oggi 21 agosto, aggiornato alle 9 di mattina, è infatti di 1.617 download e "a fine giornata ci aspettiamo un numero almeno pari a ieri". Complessivamente "il totale download/registrazioni è pari a circa 1 milione. La media di download al giorno nel 2018 è stata di 602, quella del 2019 di 1.167". "In attesa della 'sospirata' Aml (Advanced Mobile Location)", l'Azienda sottolinea "l'importanza di avere uno strumento che invii con esattezza la propria posizione".

Cos'è e come funziona l'app Where are U del 112

L’applicazione Where Are U permette di chiamare il Numero di Emergenza Europeo 112, dove il servizio è presente, inviando automaticamente i tuoi dati di localizzazione e le altre informazioni precedentemente incluse dall’utente nell'app.

Il Numero di Emergenza Europeo 112 è stato istituito per dare a tutti i cittadini europei un solo numero per le loro richieste: Soccorso Sanitario, Vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine sono allertati dalla stessa Centrale Operativa che localizza il cittadino che richiede un intervento di emergenza. L’app consente di inviare la propria posizione alla Centrale Operativa 112 di competenza, permettendo così una localizzazione precisa. È possibile salvare i propri dati personali, inclusi i numeri cosiddetti ICE (In case of Emergency) che potranno essere chiamati in caso di necessità dalla Centrale Operativa 112.

app where are u 112 screenshot-2

Il servizio di invio dati di localizzazione di Where Are U è in espansione e al momento non copre ancora tutta Italia: è in funzione in Lombardia, Liguria e Friuli Venezia, nelle provincie di Roma e Trento, a Bolzano, Agrigento, Catania, Caltagirone, Enna, Messina, Siracusa e Ragusa. Dove il servizio non fosse presente, l’app consentirà una normale chiamata al numero unico 112 o agli altri numeri d’emergenza in essere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • SuperEnalotto, estratto un 5+1 da mezzo milione di euro. I numeri vincenti di Lotto e 10eLotto

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Reddito di cittadinanza, sospensione temporanea: chi riguarda e come funziona

  • Eleonora Daniele, nozze con emozionante “intoppo”: la sorpresa del marito (con la complicità di Al Bano)

Torna su
Today è in caricamento