rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Tech

Bazar è il primo commesso virtuale per acquisti on-line "umanizzati"

Dall’idea di due giovani imprenditori italiani, il robot è in grado di instaurare un rapporto attivo ed empatico con ciascun cliente

Mai come ora, complice la pandemia e i periodi di isolamento forzato, abbiamo compreso il valore delle relazioni. Proprio in questo momento, in cui l’e-commerce è entrato a pieno titolo nella vita di ciascuno di noi, crescendo durante il periodo di lockdown, rivoluzionare il modo di fare acquisti online, in funzione di una maggiore empatia, un po’ come accade in un negozio reale, è l’idea di due imprenditori italiani poco più che trentenni che hanno dato vita a Bazar, il primo commesso virtuale.

Un commesso virtuale dotato di AI

Bazar è dotato di una intelligenza artificiale sviluppata ad hoc da un team di esperti del settore, potrà relazionarsi con il cliente, comprendere le sue esigenze, dare consigli per soddisfare al meglio i suoi bisogni. Inoltre, ricorderà ogni conversazione, creando un rapporto empatico e personalizzato con il cliente.

Bazar si trova all’interno del marketplace Ciaobazar.com, e si tratta di un simpatico commesso virtuale che assite il cliente durante gli acquisti.   - “Il robot ‘volerà’ durante lo scrolling del sito web - spiega Daniele Vella, coFounder del progetto - e quando il cliente lo vorrà, potrà interagire con lui tramite chat e ricevere tutte le informazioni di cui necessita. Bazar è un prodotto di intelligenza artificiale in grado di istaurare un rapporto attivo ed empatico con ciascun cliente. Ma non solo, potrà comprendere le sue necessità, i gusti e gli interessi, in modo da soddisfare al meglio i suoi bisogni, facendogli risparmiare inutili ore di navigazione".

Il robot virtuale è sviluppato con un motore grafico che gli permette di prendere vita come se fosse in un videogioco o film 3D in tempo reale, il consumatore in questo modo potrà sollecitarlo, spostarlo e così via. "Bazar è un approccio totalmente nuovo, anche rispetto al classico commesso. -
spiega Marcello Pellegrini altro ideatore del progetto - Può capire, ad esempio, se una persona abita da solo o convive e in base a questo ordina la presentazione dei prodotti secondo specifici criteri. Qualora un cliente fosse single e stesse cercando una lavatrice, Bazar presenterà prima le lavatrici piccole, poi quelle con una capienza superiore, proponendo inoltre altri prodotti che potrebbero essere confacenti alle esigenze del consumatore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bazar è il primo commesso virtuale per acquisti on-line "umanizzati"

Today è in caricamento