Lunedì, 18 Ottobre 2021
Spamhaus vs CyberBunker

CyberWar: è la guerra dello spam, in corso il più grande attacco di sempre

Bbc e Ny Times denunciano un attacco informatico senza precendenti, una guerra dello 'spam' che rischia di aver ripercussioni su tutta la rete

Il cyberspazio è in subbuglio, ne parlano tutti: sarebbe in corso il più grande attacco che si sia mai vista in rete, come viene definita da NY Times e Bbc. Una società di servizio di monitoraggio e filtraggio spam, Spamhaus, ha denunciato un attacco di livelli mai registrati prima, da parte di un gruppo non meglio noto che fa riferimento ad una società di web hosting olandese: Cyberbunker accusata di essere covo di spammatori.

Tutto sarebbe iniziato il 18 marzo quando CyberBunker, inserito nella lista nera da Spamhaus, per rappresaglia avrebbe lanciato un attacco Ddos (Distributed Denial of Service) di imponenti dimensioni, con una sorta di 'bomba atomica' virtuale da 300 Gigabite al secondo lanciata dai propri server. L'attacco si sarebbe evoluto e sarebbe riuscito a colpire anche i Dns, cioè i domini che gestiscono il nodi del traffico globale creando un allarme senza precedenti che avrebbe potuto compromettere l'intera rete.

Livelli mai visti insomma come raccontano tutti gli analisti e le società che hanno subito danni e malfunzionamenti. La società di assistenza server, CloudFlare, in un report racconta in dettaglio le dinamiche dell'attacco: il 19 marzo Spamhaus chiede aiuto a CloudFlare che per tre giorni cerca di gestire le 'bombe' deviando gli attacchi verso altri server.

Gli attacchi non finiscono qui e dopo alcuni giorni, come riferisce anche Wired.it, si sono spostati verso i più importanti centri di smistamento del traffico di rete il London Internet Exchange (Linx), l'Amsterdam Internet Exchange (Ams-Ix), il Frankfurt Internet Exchange (De-Cix) e l'Hong Kong Internet Exchange (Hkix), creando così un malfunzionamento genrale del traffico web.

Detto ciò, il Cyberspazio sembra assomigliare sempre più a un potenziale campo di battaglia, tra stati che si accusano l'uno con l'altro di reciproci attacchi subiti e varie società che si fanno la guerra con armi neanche troppo virtuali, non sembra mancare nulla per aprire un nuovo capitolo nella storia delle battaglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CyberWar: è la guerra dello spam, in corso il più grande attacco di sempre

Today è in caricamento