Venerdì, 22 Ottobre 2021

La dipendenza da videogiochi è una malattia mentale: l'allarme dell'Oms

L'Organizzazione mondiale della sanità ha incluso il “gaming disorder”nella lista delle patologie del 2018

L'Organizzazione mondiale della sanità ha incluso l'ossessione da videogiochi tra le malattie mentali del 2018. Si tratta della prima volta che l'Oms include il “gaming disorder” nella lista delle patologie. Il disturbo da gioco è un comportamento ricorrente e di una certa gravità, tanto da poter diventare una vera e propria invalidità.

Come si legge dal documento ufficiale pubblicato sul sito dell'Oms, il disturbo si nota quando un soggetto dà priorità al gioco rispetto a qualsiasi altra cosa, non curandosi di controllare quanto spesso o a lungo gioca e senza alcuna considerazione per le conseguenze negative di questa abitudine. 

L'Organizzazione mondiale della sanità ha inserito questa dipendenza nella categoria "disordini dovuti ad un comportamento dipendente", ossia la medesima di chi è 'malato' di scommesse e gioco d'azzardo. Si tratta del primo caso in cui in questa lista viene inserita una patologia 'tecnologica'.

Secondo i medici, i sintomi non sono difficili da riconoscere: la dipendenza emerge quando il gioco prevale su qualsiasi aspetto della vita e non si presta attenzione al numero di ore in cui si gioca o alle conseguenze sulla propria salute, che possono essere molto serie. La maggior parte delle persone che gioca ai videogame non è affetto da questa patologia, ma è comunque un'abitudine da tenere sotto controllo.

Fonte: World Healt Organization →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La dipendenza da videogiochi è una malattia mentale: l'allarme dell'Oms

Today è in caricamento