Lunedì, 12 Aprile 2021
Napoli

Braccio fratturato, addio al gesso: l'alternativa l'esoscheletro stampato in 3D

All'ospedale Santobono di Napoli la prima sperimentazione clinica in ambito pediatrico di applicazione di un tutore personalizzato, molto più rigido del tradizionale gesso, immergibile in acqua, leggero e poco ingombrante

Il gesso diventerà presto un ricordo per i bambini, visto che sarà sostituito da una speciale protesi colorata stampata in 3D. La sperimentazione è partita dal Santobono Pausilipon di Napoli e prevede l’applicazione dell’esoscheletro su 60 bambini (alle prese con fratture composte al braccio) di età compresa tra gli 11 e i 14 anni.

L’esoscheletro, prodotto in maniera personalizzata per ogni singolo paziente con una stampante 3D, è realizzato in plastica ABS. E' molto più stabile e rigido del classico gesso, si può immergere in acqua, è leggero e poco ingombrante.

Come riporta Napoli Today il progetto pilota è partito grazie ad un contributo concesso dalla Banca d'Italia e su iniziativa della Fondazione Santobono Pausilipon, Azienda Ospedaliera Santobono Pausilipon e del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

L’ospedale Santobono tratta ogni anno circa 16.000 pazienti con traumi che richiedono un intervento ortopedico. - Spiega Anna Maria Minicucci, Direttore Generale dell’AORN Santobono Pausilipon – E’ evidente, quindi quale impatto positivo possa avere l’utilizzo di questa tecnologia sulla qualità della vita dei nostri piccoli pazienti. Per realizzare questo progetto si è attivato un virtuoso modello di collaborazione tra Istituzioni: Banca d’Italia, CNR, Fondazione Santobono Pausilipon e Azienda Ospedaliera Santobono Pausilipon. L’obiettivo è ambizioso, se la sperimentazione ci darà i risultati sperati nei reparti ortopedici pediatrici italiani oltre alla sala gessi potremmo avere dei laboratori per la stampa 3d degli esoscheletri".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Braccio fratturato, addio al gesso: l'alternativa l'esoscheletro stampato in 3D

Today è in caricamento