rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
WWDC 2024

Apple nel futuro: rivoluzione iOS 18, IA e nuova gestione delle password

Il 10 giugno si apre la WWDC 2024. Cinque giorni in cui si scoprirà il domani dei software di Cupertino

La Worldwide Developers Conference 2024, in programma dal 10 al 14 giugno, sarà uno spartiacque decisivo per Apple, che punta a entrare con decisione nella bagarre sull'intelligenza artificiale. Non è un mistero che la concorrenza, negli ultimi anni, abbia fatto dei passi avanti decisivi, su tutti OpenAI, finanziato massivamente da Microsoft, e Gemini, che Google considera "il modello di intelligenza artificiale più potente mai costruito".

La certezza è che Apple, nel corso della cinque giorni di evento, fornirà agli sviluppatori uno sguardo sulle nuove versioni dei software del proprio ecosistema, in particolare iOS 18. In tempi non sospetti, era stato Mark Gurman di Bloomberg tramite la sua newsletter 'Power on' a sganciare la bomba, suggerendo che l'aggiornamento del software degli smartphone con la mela potrebbe essere rivoluzionario, "il più grande di sempre", con molte novità sul fronte, per l'appunto, dell'intelligenza artificiale.

Le novità attese per iOS 18

Le novità saranno molte, ma forse non rivoluzionarie. Pare che la volontà dell'azienda guidata da Tim Cook sia quella di lasciare alla concorrenza lo sviluppo di funzionalità strabilianti, per concentrarsi, invece, sul lato pratico, quello che dovrebbe favorire in maniere diretta e più efficace l'utente. Una scelta che potrebbe pagare, anche in termine di vendite. Secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe essere introdotto il ritocco fotografico con la rimozione degli oggetti indesiderati, la trascrizione delle note vocali e le risposte suggerite all'email e ai messaggi.

Perché un motore di ricerca 'ammazza' Google è possibile (nonostante le smentite)

Secondo il sito di settore MacRumors.com, ci saranno anche altre funzioni interessanti, tra le principali: il riepilogo intelligente per notifiche e messaggi persi, le playlist su Apple Music generate automaticamente in base allo stato d'animo dell'utente e miglioramenti per Siri. Nello specifico, è possibile che da Cupertino vogliano rendere il proprio assistente virtuale 'definitivo', implementando i Llm, i modelli linguistici di grandi dimensioni alla base dei chatbot, come ad esempio ChatGpt di OpenAi.

Secondo Gurman, le funzionalità di IA meno complesse in termini di calcolo saranno elaborate direttamente sugli iPhone, mentre quelle che richiedono un livello di potenza più elevato dovrebbero essere sviluppate in cloud. Il nuovo iOS 18, in sostanza, sarà dotato di un software che determinerà quando una specifica operazione dovrà essere eseguita sul terminale e quando tramite server.

Una gestione delle password avanzata

Non dovrebbero esserci annunci sul fronte hardware, ma con ogni probabilità altre innovazioni sul fronte software, non così irrilevanti. È sempre Bloomberg a rilanciare la possibilità che Cupertino svelerà agli sviluppatori un'applicazione per una gestione più efficace delle password su iPhone e anche su Mac. L'app, che dovrebbe chiamarsi Passwords', avrà un funzionamento simile alle rivali 1Password e LastPass, e determina la volontà di Apple di puntare ancora di più sulla sicurezza. Il servizio assicurerebbe a una sola 'master key' l'accesso biometrico, con la lettura di impronte o viso.

A quanto sembra, almeno inizialmente, il servizio sarebbe totalmente gratuito. C'è da ricordare che all'interno dei propri terminali Apple contiene già un piccolo software per la memorizzazione delle password, che si sincronizza con internet attraverso iCloud. Le chiavi, accessibili da smartphone, tablet e Mac, tuttavia, non sono sempre così semplici da individuare o modificare. La nuova soluzione renderebbe quindi la vita più semplice a milioni di persone in giro per il mondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apple nel futuro: rivoluzione iOS 18, IA e nuova gestione delle password

Today è in caricamento