Lunedì, 2 Agosto 2021
Tech

"Imposta la data al 1 gennaio 1970": il bug che uccide iPhone e iPad

Quando viene modificata la data, il dispositivo si blocca in maniera permanente. iPhone 6s, 6 e 5s e iPad diventano inutilizzabili per colpa del bug "killer"

Vogliamo computer e smartphone sempre più moderni ma continuano a guardarci alle spalle, rimpiangendo gli 8 bit e Snake. Questa nostalgia ha reso vulnerabili diversi utenti, che sono caduti nello scherzo organizzato sul web da un ignoto "buontempone" che rischia di far suicidare gli iPhone.

Su internet gira infatti un finto annuncio che invita a "rivivere la magia di un classico tema Macintosh" sul proprio modernissimo dispositivo Apple, incoraggiando gli utenti a modificare la data di sistema portandola al 1 gennaio 1970 per attivare una speciale quanto fantomatica schermata "retrò" di quando la mela morsicata era ancora color arcobaleno.

iphone 1970 blast-2

Ma cambiando la data, iPhone 6s, 6, 5s, iPad Air, iPad Mini 2 e iPod Touch con processore 64-bit vanno in tilt e diventano inutilizzabili. Il "trappolone" è stato svelato con un video su Youtube da Zach Straley, che ha mostrato che cosa succede una volta cambiata la data: il device si bloca sulla schermata di accensione e non si può più accedere al sistema operativo.

L'unica soluzione pare essere portare lo smarthone in assistenza, come ha invitato a fare la stessa Apple dopo aver saputo della "epidemia". Ma c'è chi sostiene che per risolvere il bug basti lasciar esaurire completamente la batteria, oppure staccare fisicamente i circuiti di alimentazione del telefono, come suggerisce MelaBlog (una procedura complessa per la quale però si trovano diversi tutorial online). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Imposta la data al 1 gennaio 1970": il bug che uccide iPhone e iPad

Today è in caricamento