Sabato, 16 Ottobre 2021
Tech

I social nel mondo: Facebook dominatore, crescono Instagram e LinkedIn

La piattaforma di Mark Zuckerberg si conferma la più utilizzata su scala globale, ma il social per al condivisione di foto e quello per trovare lavoro sono in forte crescita. L'unico a 'soffrire' sembra essere Twitter

In un mondo interconnesso come quello in cui viviamo, i social network sono le piattaforme che riescono ad unire enormi masse di utenti in tutto il mondo. Ma il mondo è bello perché è vario e così esistono anche diversi tipi di social: da Facebook, che permette di fare un po' tutto, a Instagram specializzato per la condivisioni di immagini, fino a LinkedIn, utilizzato per stringere rapporti lavorativi.

Piattaforme che coinvolgono attivamente un grandissimo numero di persone, basti pensare che su 7,4 miliardi di persone che abitano il pianeta Terra, circa 3,8 miliardi sono connessi alla Rete e 3 miliardi sono iscritti ad un social network. Ma qual è il più utilizzato al mondo? Per rispondere a questa domanda basta consultare i dati di Alexa e Similar Web, pubblicati anche dal blog Vincos.it, che analizzano la diffusione dei social in 149 Paesi in tutto il mondo.

WMSN0117_1029-1024x722-2

Facebook dominatore

Non è certo una sorpresa. Il social più diffuso è quello di Mark Zuckerberg, che può vantare quasi due miliardi di utenti mensili ed è il più utilizzato in 119 dei 149 Paesi analizzati dalla ricerca. Ma negli ultimi 12 mesi Facebook ha perso terreno in alcune zone del globo: in 9 Stati ha perso il trono di social più utilizzato. Soltanto in Italia sono circa 30 milioni gli iscritti, di cui la metà hanno pià di 35 anni. Ma il social che all'inizio serviva ad 'avvicinare' persone lontane o a incontrare vecchi amici, si sta trasformando sempre più in uno strumento per aziende: sono più di 40 milioni quelle che hanno aperto un profilo. Facebook si conferma quindi il più 'popolato' e anche il più ricco, con la valutazione del mercato azionario che ha superato i 245 miliardi di dollari. 

Instagram, LinkedIn e gli altri

Ma non esiste soltanto Facebook. Anzi, esistono molti Stati in cui il social più utilizzato non è quello di Zuckerberg. Dall'analisi di Vincos.it risulta che in Botwana, Mozambico, Namibia, Iran e Indonesia il più utilizzato è Instagram, mentre in alcune zone dell'Africa va forte LinkedIn.

Proprio il social per scambiare le fotografie (acquistato da Facebook nel 2012) è quello che ha avuto la crescita maggiore: dal 2013 al 2017 gli utenti sono passati da 90 milioni a 600 milioni, collocandolo alle spalle di Facebook e YouTube. Il 'tubo', celebre sito di video sharing, vanta circa 1,5 miliardi di utenti, ma è in grado di raggiungere il 95% degli utenti mondiali. Non a caso nel 2006 è stato acquistato da Google per la 'modica' cifra di 1,65 miliardi di dollari. Il successo di Instagram e Youtube è dato soprattutto nel loro grande utilizzo nel marketing. Essendo due social puramente 'visuali', si sono rivelati ideali per campagne pubblicitarie di grande successo. 

E LinkedIn? Il social per trovare lavoro è il più utilizzato in 9 Paesi, nel 2016 è stato acquisito da Microsoft ed è in costante crescita. Nonostante in Italia sia ancora un po' snobbato dalle masse, negli Stati Uniti, in Brasile e in Gran Bretagna va molto forte. Oltre tre milioni di annunci di lavoro e 500 milioni di utenti lo hanno reso una delle 'strade' migliori per trovare un'occupazione al giorno d'oggi. L'unico difetto al momento è che non riesce a coprire tutte le categorie professionali, ma se questo aspetto dovesse essere potenziato, LinkedIn potrebbe diventare il principale strumento per la ricerca del lavoro. Non male, visti i tempi che corrono. 

In 'ritardo' rispetto alle altre piattaforme troviamo Twitter con 328 milioni di iscritti. Ma il social dei 'cinguettii' non se la passa molto bene: nonostante l'aumento degli utenti, il valore in Borsa ha subito un tracollo. Per correre ai ripari i vertici dell'azienda stanno cercando delle soluzioni, come l'ipotesi di aumentare i contenuti video. Soltanto in Giappone è il più utilizzato. 

Se questi sono i social più conosciuti, ci sono Paesi dominati da piattaforme di cui non si sente parlare spesso. Per esempio in Russia i più diffusi sono VKontakte e Odnoklassniki, in Cina invece domina Qzone, ma va ricordato che il governo cinese applica delle dure restrizioni sugli altri social network, resi inaccessibili dai ben noti firewall.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I social nel mondo: Facebook dominatore, crescono Instagram e LinkedIn

Today è in caricamento